mercoledì

L'handmade che fa bene [guest post]


orsetti lo stile di giò

Oggi ospito una mia cara amica creativa, vi racconterà  come vivere meglio grazie all'handmade.

Ciao, mi chiamo Giò. Decoratrice di formazione, creativa di nascita, oggi felice moglie e mamma, mi dedico al cucito creativo perché amo portare gioia e colore nel quotidiano delle persone. Ma soprattutto nel mio. È dalla mia esperienza famigliare che sono nate le mie magiche creature. Pupazzi speciali, che accompagnano il tuo bambino in diversi importanti momenti della crescita.




Oggi sono qui su invito di Carmen e delle sue dolline per lasciare alcuni consigli a te che stai pensando di dedicarti al cucito e magari col tempo farne la tua attività lavorativa.

Ama ciò che fai.

A prescindere dalla formazione base che hai, potrai essere più o meno portata per il lavoro manuale, ma se hai passione per quello che crei, sarai portata a volerlo fare ogni giorno un po’ meglio del precedente.


Per me il non essere mai pienamente soddisfatta è una costante che mi spinge a migliorarmi.

Sii originale. 

Con il web è facile trarre ispirazioni ovunque.

Fallo, usa i tutorial in rete, apprendi le tecniche, ma poi prova a inventare qualcosa di solo tuo e che parli di te perchè questo è il vero valore aggiunto.

Non seguire la massa.

Ma segui le tue inclinazioni, le mode passano lo stile resta ( a dirlo non sono io ma Armani quindi ascoltiamolo ).

Punta sulla personalizzazione. Il 90% delle richieste che mi arrivano sono per prodotti personalizzati.

La gente ama che qualcosa sia fatto solo per loro e sia quindi unico. Questo ne aumenta sensibilmente il valore. Tienine conto.

Guarda i tuoi lavori con occhio critico e ringrazia chi lo fa per te.

Perché solo questo può aiutarti a migliorare e non restare ferma sul posto.

Non tutto l’ handmade è bello. E se è sempre apprezzabile che qualcuno faccia qualcosa con le proprie mani a prescindere dal risultato, se vuoi vendere, i tuoi manufatti devono anche essere di qualità.

E qui torniamo al punto 1. Se ami ciò che fai, vorrai farlo sempre meglio e non ti peserà affatto rifare una cucitura storta.

Parti dal materiale

Questo insegnamento arriva da mia mamma.

Un lavoro artigianale richiede tempo, valorizziamolo con materiale di qualità. Meglio un progetto semplice con stoffe bellissime, che cose molto elaborate sminuite da materiali qualitativamente scarsi.

Il buon materiale costa di più, ma il risultato finale vale di più. Ricordalo sempre.

E da ultimo:

Divertiti!

Sì perché sia che tu lo faccia per hobby, sia che sia per lavoro se non ti diverti non vale la pena.

Un hobby viene fatto per piacere e se non lo è meglio cambiare modo di passare il tempo e farlo per lavoro vuol dire dedicarci buona parte della giornata.

Se non c’è la componente divertimento, le giornate potrebbero sembrare infinite. E abbandoneresti il tuo progetto.

Se vuoi saperne di più su di me e il mio mondo ti aspetto qui :

Lo stile di Giò, il blog

Pagina Facebook

Pinterest













Share:

4 commenti:

  1. Grazie Carmen di aver portato un poco del mio mondo qui con te :-) Se può essere di aiuto a qualcuno ne sono felice. Un abbraccio, Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la tua generosità esce fuori da tutti i pori delle tue creature, grazie

      Elimina
  2. Ottimi consigli che, tra l'altro, condivido in pieno. La maggior parte di essi, secondo me, vanno applicati un pò in tutto quello che facciamo nella vita, in modo particolare il divertimento! ;)
    Un bacio forte ad entrambe, buon lavoro.
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione Vale, come amare ciò che si fa e divertirsi a farlo :))

      Elimina

i tuoi commenti mi fanno crescere, grazie