11 lug 2016

Come fare la tua valigia intelligente

tutorial per fare valigia intelligente
Stai partendo per le vacanze? Sei in difficoltà con la valigia? Guarda come la faccio io usando sacchetti o bustine  e piccoli accorgimenti per piegare gli indumenti.
Ricordo quando facevo la valigia otto volte l’anno: a furia di portare cose che restavano inutilizzate e roba tutta da stirare, ho imparato a fare una valigia minima e funzionale. Soprattutto adesso che viaggio con un marito e tre figli.

Fai una lista

Qui non si scappa, anche se non ti piace stilare una lista sei obbligata a farla, come quella della spesa dove metti gli alimenti essenziali che non puoi lasciar fuori dalla dispensa, allo stesso modo devi farla per una valigia intelligente ben organizzata. Inizia almeno una settimana prima della partenza inserendo tutto quello che vuoi, poi ogni giorno cerca di depennare qualcosa invece di aggiungere.

Metti tutto sul letto


Tutto ciò che hai inserito nella tua lista ora lo appoggi sul letto. Il trucco sta nel preparare dei completini per le varie occasioni in modo da portare il minimo indispensabile e veramente utile.

puoi aiutarti con le bustine

Come posizionare gli indumenti nella valigia


- Sul fondo metti un asciugamano aperto

- Poi le scarpe in bustine di plastica o carta velina e riempile di calzini, sandali e ciabatte

- Sopra metti gli indumenti più pesanti come pantaloni e giacchine

- Poi è il turno di camicie, magliette e pantaloncini

- Tutto l’intimo serve per riempire i buchi e gli spazietti che restano tra gli indumenti, puoi usare anche le bustine cucite da te

- L’ultimo strato è composto da tutte quelle cose che ti serviranno subito all’arrivo, come il costume o il cappello.

- Creme, solari, occhiali e accessori vanno nel beauty case.

Non amavo particolarmente il beauty case ma ho imparato ad usarlo quando, quella volta arrivata in albergo a New York, mi servivano gli occhiali da lettura per firmare il book e ho dovuto smontare tutta la valigia nella hall sotto lo sguardo di americani, francesi e spagnoli. Mai più senza.

Come piegare i pantaloni


Si stirano, si lasciano raffreddare, e poi si arrotolano dal fondo fino al cavallo


come piegare pantaloni per la valigia

Come piegare camicie e magliette


Le camicie devono essere abbottonate fino al collo, dal retro si piegano prima le maniche a modo ali, poi si piega il fondo ma solo la parte che si inserisce nei pantaloni, infine ripiega a metà

come piegare la camicia in valigia

Come piegare gli asciugamani


se sei obbligata a portare gli asciugamani come me perchè vado in campeggio li puoi piegare così

come piegare asciugamani in valigia

In più:

- metti la camicia in un sacchetto di plastica perché non si stropicci, all’arrivo non avrai bisogno di stirare

- se devi portare asciugamani e accappatoi, prendili in microfibra perché sono leggeri e si asciugano in fretta

- cerca di portare indumenti che non hanno bisogno di essere stirati, anche se il cotone e il lino non hanno rivali in estate per freschezza (ma noi siamo in cinque e il lino è out)

Less is more

Mai frase fu più azzeccata come nel momento in cui devi fare la valigia: col tempo ho visto che meno porto e più vivo, la vacanza serve per riposarsi, rigenerarsi in vista dell’inverno, ritrovarsi come famiglia, quindi non c’è tempo per stirare montagne di roba e mettere sempre in ordine. Neanche al rientro.

Adesso mi dici come la fai tu? Qualche trucco in più? 
                                                                                                                Carmen


vuoi ricevere novità, tutorial creativi, ebook gratuiti?

Iscriviti alla mia newsletter!











Share:

0 commenti:

Posta un commento

i tuoi commenti mi fanno crescere, grazie