mercoledì

Come preparare il tessuto prima di cucire


Quando vuoi cucire un manufatto devi sempre considerare la preparazione del tessuto: se usi un cartamodello acquistato avrai già alcune informazioni come il tessuto più adatto per quel progetto e la quantità. Ci sono alcuni fattori da valutare.


A grandi linee possono essere questi (non ti riempio la testa di nozioni, tanto in questa fase non ti servono, il mio consiglio è di affidarti a cartamodelli con delle informazioni piuttosto esaurienti).

Struttura del tessuto: la stoffa tessuta si allunga tirandola di sbieco mentre la stoffa a maglia si allunga in una direzione, quindi il drappeggio si comporta in modo differente.

Le imperfezioni: ovvero, fili tirati o stampa alterata, è molto difficile che ci siano ma per accertartene stira a vapore lungo la lunghezza del tessuto.

Lavaggio: le stoffe hanno una patina protettiva all’acquisto, il lavaggio è necessario, segui le istruzioni dell’etichetta, se non hai nessuna informazione in merito allora lavalo come se fosse l’indumento finito.

Raddrizzare il tessuto storto: se vedi che il tuo tessuto ripiegato non forma un rettangolo esatto ma un po’ romboidale, tiralo in diagonale, stiralo e stendilo piatto fino a farlo raffreddare.

La disposizione: fino a quando non avrai familiarità e un po’ di esperienza, ti conviene usare le indicazioni del cartamodello su come posizionare le parti sul tessuto. Di solito lo trovi piegato a metà lungo la cimosa per avere due avanti e due dietro che seguono il drittofilo. Tieni conto anche della direzione della stampa.

Questo consiglio fa parte del Calendario di mini cucito





Share:

0 commenti:

Posta un commento

i tuoi commenti mi fanno crescere, grazie