lunedì

Ambizioni e soddisfazioni



Sono figlia di genitori  che vedevano la  maturità di scuola come la linea di partenza per fare una professione che sarebbe stata la stessa per tutta la vita. La laurea? Ancora meglio, il posto era subito assicurato e per sempre.

Generazione fallata


Mio papà è entrato nell’azienda a 20 anni ed è uscito con la pensione, io sono tra quelli che hanno fatto 1000 lavori e agli occhi suoi ero della generazione ‘sfortunata’. Non ha mai capito che quel mondo del lavoro da lui tanto decantato non esisteva più da anni.

Ho lavorato per anni negli hotel di tutta Italia per rendermi conto che quello che facevo non mi piaceva, e me ne accorgevo quando arrivava la domanda:”ti piace quello che fai?”e la risposta era sempre …hmmmm…

Contromano


Quando sono arrivati i figli ero ormai nella fase della soddisfazione come donna e moglie e madre, ed è stato allora che ho capito che dovevo fare il passo in più, andare anche contromano se necessario, trasformare quel hmmmmm in WOW.

Volevo stare a casa e lavorare da casa.

Così mi sono messa a studiare, a prepararmi, imparando da oltre oceano col mio inglese rinfrescato per l’occasione, (sì, perché adoro le americane, e mi piace come trasformano la rete in occasione professionale) e finalmente a marzo 2017 ho lanciato i miei corsi di cucito on line .

Soddisfazioni


Ora quando i miei figli mi chiedono: ‘ti piace quello che fai?’ rispondo sempre ‘sì, mi piace, perché il lavoro che faccio me lo sono creato’.

Se hai letto fino a qui, hai fatto bene, perché è per ringraziare te, proprio te, per l’affetto che mi dimostri nel seguirmi tramite i miei corsi, o il blog, la newsletter e i social.

Grazie a te io ho la possibilità di dire: sì, mi piace quello che faccio, e non sono di una generazione sfortunata.


Carmen Pelaia, la tua tutor creativa


voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format





Share:

1 commento:

i tuoi commenti mi fanno crescere, grazie