venerdì

La creatività è la tua valvola di sfogo






Qualche giorno fa ti ho scritto che creare qualcosa con le proprie mani può aiutare a vivere meglio e sentirsi appagati un giorno per volta. L’handmade può essere una valvola di sfogo per molte persone, per te che hai poco tempo o per te che hai invece troppo tempo vuoto da occupare.

La casa è da pulire, inizi con i letti, poi i bagni, lavi le tazze della colazione e tiri a lucido quell’angolino rimasto macchiato da ieri sera. Sai com’è, ancora arriva qualcuno. Ma oggi c’è pure il sole, quindi ne approfitti per lavare i pavimenti, con quel detersivo dal profumo di primavera.

E tanto o poco, bisogna sfogarsi in qualche modo: palestra? sei timida da morire – un libro? un po’ la sera – chattare? già troppo ormai. Ma una soluzione c’è: puoi creare qualcosa con le tue mani, io per esempio l’ho fatto, hai fatto l’esercizio della volta scorsa di andare al brico e scegliere un attrezzo da lavoro che ti convince a pelle? Ora usalo, è questa la tua valvola di sfogo.

Tieni presente che:

1 - non c’è bisogno di fare chissà cosa, ma basta qualcosa di molto semplice, anche banale, ma che ti darà grande soddisfazione perché l’hai fatto tu.

2 - semplice non vuol dire veloce, e ricorda che non ti giudicherà nessuno quindi puoi disfare, buttare o rifare

3 - se dai libero sfogo alla tua creatività di sera tarda e ti va bene così allora vai tranquilla, ma se hai molte ore libere durante il giorno allora chiediti se devi rivedere il tuo programma giornaliero (ce l’hai uno vero?)

4 - non cercare di fare tutto e subito, quell’ansia che ti spinge a velocizzare i tempi ora non serve, non è buona perché ti stancheresti dopo un po’, mentre l’obiettivo è di godersi il percorso

Un esercizio che mi aiuta tanto è immaginare qualche volta di vedermi da fuori, se vuoi puoi provare anche tu osservando queste due figure

Lei si chiama Rosa, è sempre annoiata e insicura, non si decide mai a fare quello che veramente vuole, si sente sola e non vuole vedere nessuno


Lei è Sara, trova sempre un po' di tempo per se stessa, ama stare in compagnia dei suoi amici e con la sua famiglia


Ora cerca di rispondere alle domande:

- chi vorresti come amica?

- se ti senti sola reagisci come Rosa o Sara?

- chi sta meglio con se stessa e gli altri?


Dimmi se trovi interessante questo metodo e se hai altri suggerimenti per creare una valvola di sfogo che aiuti a migliorarci.


newsletter










Share:

7 commenti:

  1. Ciao quello che scrivi lo trovo molto utile e interessante. Io mi trovo proprio lì :-) Non lavoro (per così dire...) da alcuni anni ed ora che ho molto tempo vorrei finalmente scoprire la mia passione. Sembra strano ma è difficile. Mi riesce sempre così facile capire-sostenere-invogliare gli altri, ma ora che si tratta di me...boh?! So fare tante cosine a mano ma non mi sembra siano passioni....E comunque seguirò i tuoi consigli con tanto piacere. Grazie Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina per avermi parlato di te, cercherò di essere sempre utile, se hai bisogno sono qua
      Carmen

      Elimina
  2. Il fatto a mano da tanta soddisfazione, specialmente se condiviso con gli altri componenti della famiglia. Ad esempio, la mia gatta rincorre le palline di polistirolo. Per inseguire le idee creative, sono diventata una pessima casalinga. Non stiro per scelta e sono convinta che uno strato di polvere protegga i mobili. Non mi sento né Rosa, né Sara, piuttosto Daniela e preferirei un'amica non troppo perfetta. Baci
    MySweetBlog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te sulla grande soddisfazione che da il fatto a mano e sapere che la perfezione non esiste ci aiuta a non angoscianti, trovo carina la scusa della polvere :))

      Elimina
  3. Ciao, mi piace molto la filosofia dell' handmade

    RispondiElimina
  4. Uno stile di vita che permette di distrarsi dalla frenetica quotidianità. Lo sperimento da un bel po di tempo.

    RispondiElimina

i tuoi commenti mi fanno crescere, grazie