Ecco il video per cucire l'elastico all'angolo del lenzuolo
in: // //

Ecco il video per cucire l'elastico all'angolo del lenzuolo



Diciamo che un giorno ti prende la frenesia di farti una bella parure di lenzuola per il letto di tua figlia o per te, ma non sai da dove iniziare per fare l'angolo al lenzuolo di sotto.

Ecco che arrivi qui e trovi il video  per riuscirci da sola, perchè ti può sembrare un'idea folle, ma conoscendo i passi giusti imparerai a fare l'angolo al lenzuolo di sotto ed anche aggiungere l'elastico. Quindi prendi filo e macchina da cucire e inizia.

Tispiego come creare un lenzuolo di sotto nuovo, in fondo trovi il video, è un po' veloce perchè l'avevo messo sul mio profilo Instagram, ma nella scuola online di cucito lo trovi a breve in tutta la sua integrità.

Per prepararti al meglio devi avere:


  • macchina da cucire
  • forbici
  • metro a nastro
  • pennarello cancellabile con acqua
  • scampolo di tessuto alto per lenzuola (cotone o flanella)
  • 4 pezzi di elastico lunghi 30 cm ciascuno
  • una spilla da balia
  • ferro da stiro

se devi ritagliare il lenzuolo per farlo nuovo, prima ti rimando al fototutorial dove spiego le misure per ricavare gli angoli

come cucire un angolo al lenzuolo

Ora ti lascio al video




newsletter

 

Come cucire un angolo facile (video)
in:

Come cucire un angolo facile (video)





Spesso mi sento dire che cucire un angolo è difficile, quindi ora ti ho preparato un video brevissimo per farti vedere come è facile quando si conoscono i passaggi giusti.

Alcune piccole regoline da seguire sempre:


- fai un orlino piatto al tessuto prima di iniziare, soprattutto se è in canvas e quindi tende a sfilacciare

- fai le pieghe col ferro da stiro per avere una resa ecellente

- fai una prova su un ritaglio di stoffa che non ti serve

- memorizza i passaggi fin quando non lo impari a memoria (per questo il video è più facile da  rivedere tutte le volte che vuoi)

- salva questo mio post tra i tuoi preferiti per ritrovarlo appena ti serve

perchè imparare a cucire un angolo

 

Si può dire che per importanza va di pari passo col saper cucire un orlo. Se fatto bene, l'angolo conferisce qualità e fattezza migliore al tuo progetto di cucito.

Puoi seguire questo procedimento per rifinire tovaglie, tovaglioli, copertine, lenzuolini, runner per la tavole, perfino gli spacchi di gonne e camicette.

Ma ora ti lascio al video, è breve e conciso come tutti i video all'interno dei miei corsi di cucito online che puoi vedere da qui.





HOME      NEWSLETTER

 

 

Come cucire una mantovana semplice a pieghe (tutorial)
in: //

Come cucire una mantovana semplice a pieghe (tutorial)




Casa mia ha un sacco di finestre, tutte di misure diverse, e a volte mi diletto a variare la mantovana. Questo è un metodo abbastanza semplice per abbellire la finestra con una striscia di tessuto drappeggiato a cui aggiungere fiocchi, nastrini e cuori imbottiti a seconda del gusto.

Il tutorial è anche per te che cuci da poco tempo visto che ho avuto molte richieste dalle mie allieve del corso ABC di cucito.

Ho scelto la finestra della cucina perchè così ho abbinato la mantovana alla tovaglia da giorno. Non ho potuto fare una mantovana molto lunga perchè la finestra si apre verso l'interno (particolare a cui fare molta attenzione!).

Quindi ora ti spiego come prendere le misure in questo caso, se invece la tua finestra si apre verso l'esterno o è scorrevole, puoi aumentare l'altezza.

Prima di iniziare procurati il materiale necessario per questo passaggio, come un metro a nastro, carta e penna.

Le misure del tessuto


Prendi la misura dell'altezza che ti serve, cioè dal punto più alto fino a dove tocca con lo spigolo della finestra e riportala sul taccuino, poi prendi la misura della lunghezza (dove appoggerà la tenda).




La mia mantovana è drappeggiata con balze tipo a coltello, cioè col verso da un lato. Ti serve una striscia di tessuto lungo due volte e mezza la lunghezza della mantovana finita. Ricorda che la stoffa devi già averla lavata e stirata.

Un altro metodo per fare delle pieghe veloci te lo spiego in questo video, ma usalo solo per stoffe medio leggere.

video: come fare le pieghe con una forchetta

Occorrente

 

  • il tessuto ritagliato a striscia con le misure spiegate in precedenza
  • macchina da cucire
  • filo in poliestere neutro
  • spilli e pinzette a gogò
  • omnigrid o riga
  • velcro lungo come la larghezza della finestra*

*a questo proposito, io ti consiglio il velcro adesivo dal lato uncinato, ma se non vuoi attaccare nulla direttamente alla mantovana di legno allora scegli la fettuccia fascia multitasca a cui aggiungere i gancetti di plastica.




Come cucire la mantovana semplice


Per prima cosa devi ricavare un bordino che non sfilacci, o con un orlo o con una forbice dentellata se usi un cotone canvas ed eviti un passaggio. Questo è il momento di aggiungere di una bordura se lo ritieni necessario ed avevi calcolato l'altezza prima. Guarda il tutorial per farla all'uncinetto.










Ora fai un'onda col tessuto e fermala con uno spillo, in questo caso mi sono trovata meglio con gli spilli lunghi da trapunta piuttosto che con le pinzette perchè tengono molto fermo il lavoro. metti gli spilli nella stessa direzione della foto.



Perchè? Perchè così puoi passarci sopra con l'ago mentre cuci e risparmi un passaggio, mi raccomando: non devi passare sull'ago ma sulla stoffa che è tenuta insieme con l'ago. Se non te la senti, tira via lo spillo prima di cucire.



Fai due cuciture parallele, se sei pratica ad usare l'ago gemello fai pure, è un buon momento per provarlo.  Io ho usato un punto dritto abbastanza lungo per via del tessuto di media pesantezza. Tu regolati in base a quale hai scelto.



Dopo  aver tolto gli spilli, avrai già deciso se applicare la fettuccia o il velcro. Va inserito sul lato posteriore delle pieghe in coincidenza delle cuciture. Per sicurezza dai un bel giro di punto dritto per bloccare il tutto.




Ora puoi tirare su la mantovana, io ho applicato il velcro uncinato sul legno, mentre il velcro morbido sulla tenda, così faccio in fretta a toglierla per lavarla, oppure per sostituirla con una di stoffa diversa e di colori differenti.



Come puoi vedere questa mantovana è semplice da cucire, e puoi abbellirla in tanti modi, aggiungendo un bordino in contrasto, un pizzo, dei cuori imbottiti, dei nastrini colorati.  Se la cuci per sovrastare delle tende lunghe, potresti riportare dei piccoli dettagli coordinati con il tessuto.

E ti darà un sacco di soddisfazione soprattutto se non sei molto pratica a cucire. Ma dopotutto, da qualche parte bisogna cominciare!

Se ti è piaciuto questo tutorial, iscriviti alla newsletter e anche tu potrai decidere quale progetto veder pubblicato.

Newsletter


Idee e tutorial MARE [raccolta]
in: // //

Idee e tutorial MARE [raccolta]



Una bella raccolta di idee con tutorial per cucire dei manufatti utili in modo veloce, per il mare ma anche per le gite fuori porta quando si resta in città. Prima di iniziare a cucire, pulisci la tua postazione e il ripiano da vecchi ritagli e fili penzolanti, dai una passata con uno straccetto umido per togliere la polvere, poi assicurati che la tua macchina sia pulita, altrimenti segui questi passaggi qui.

1 - ricicla la tovaglia e cuci la borsa


Questa bella borsa l'ha realizzata la mia amica Norma riciclando una bella tovaglia di plastica. Vantaggi: è impermeabile, non si sporca, si lava con un colpo di spugna! L'ideale se hai bambini e merende da portarti dietro.

Qui il TUTORIAL ---> BORSA IN PLASTICA




2 - Cuci un porta sandwich in due mosse



Questo veloce porta sandwich è richiudibile e occupa poco spazio, ideale per un pic nic in spiaggia. Bastano due quadrati di tessuto coordinato ed è pure double-face!

QUI il TUTORIAL ---> PORTA SANDWICH




3 - cuci la borsa con gli strofinacci



Succede che gli strofinacci della cucina siano un po' lisi se li abbiamo da un po' di tempo, ma dispiace buttarli, allora recuperali! Come ha fatto Norma: da strofinacci a borsa porta tutto.

QUI il TUTORIAL ----> BORSA TELA




4 - la tasca last minute




Ma se la borsa ce l'hai già? Puoi aggiungere una tasca veloce per avere più spazio (si sa, quello non basta mai). Ecco come ho fatto con la mia borsa da Mary Poppins.




QUI il TUTORIAL ---> TASCA LAST MINUTE




5 - la bustina per le cuffie




Mia figlia ha sempre le cuffiette con sè, non le lascia mai, allora le ho cucito una bustina per tenerle in ordine e pulite. Ma può diventare una bustina mille usi all'occorrenza.

QUI il TUTORIAL ---> BUSTINA

Ti è piaciuta la raccolta di idee e tutorial per il mare?
E tu cosa devi assolutamente portare con te?

Iscriviti alla newsletter dal form che si apre QUI

 


Libri  di cucito (e non solo)
in: //

Libri di cucito (e non solo)

Libri di cucito e non solo

 

Ho pensato di dirti quali libri sono entrati nella mia libreria personale nell'ultimo anno, alcuni trattano di cucito ma altri no, chissà che non trovi un po' di tempo questa settimana?

Perchè se c'è una cosa che amo subito dopo il cucito è la lettura: leggo tutto, dai bugiardini in bagno al saggio di puericultura. A dirla tutta, prima di avere tre figli era molto di più il tempo a disposizione anche se lavoravo fuori casa, i miei tragitti in treno dal paese alla città erano dediti alla lettura di qualsivoglia libro (e parlo di libri di carta, belli pesanti).

Adesso trovo comodi gli ebook, li porti sempre con te soprattutto se devi spostarti molto, ma anche in vacanza. Su Amazon Kindle scarico e leggo un estratto di cosa può interessarmi e poi, eventualmente, lo compro. Quelli che seguono sono qualche suggerimento, clicca sui titoli per andare al link di acquisto su Amazon.



Guida completa alle tecniche di sartoria: posso dirti con certezza che Lorna Kniht è una guru nel settore, tiene tantissimi laboratori di cucito, ha un metodo di insegnamento molto facile, il libro ne è una dimostrazione, pieno di foto passo passo. E' una buona base per chi vuole imparare ma anche per chi vuole osare un po' di più. Costa 16,57euro  ma io lo avevo pagato un po' meno nella vecchia versione, mentre ora lo trovi aggiornato al marzo 2019.




Tecniche di taglio e cucito: Dorothy Wood spazia dal cucito al quilting a 9 pezze, dal ricamo a mano al trapunto. Lo stile è vintage, con più di 1000 foto che ricordano la vecchia casa di montagna della nonna. Lo trovo utile per avere un quadro generale di tecniche creative, ma se te ne interessa una in particolare hai poi bisogno di approfondire in altri modi. Inoltre non è proprio basico. Del 2012 intorno a 8,50 euro.



La regola dei 5 secondi: sei una procrastinatrice convinta? Mel Robbins ti spiega un metodo pratico per non esserlo più, lei dice che è 'il metodo Fallo e Basta per prendere le decisioni migliori e non rimandare più'. Non è un libro di cucito ma per gestire al meglio gli impegni.

Io l'ho applicato nella mia vita quotidiana ed anche nel corso basico ABC di cucito per dare una smossa alle mie allieve e non saltare gli step. Funziona? Come in tutti i metodi dipende da te e l'interesse nel raggiungere davvero il tuo obiettivo. Con me e le mie allieve funziona. P.s.: è acquistabile anche con il bonus cultura app18.




The curated closet: in inglese e non c'è ancora traduzione in italiano, qui Anuschka Rees ti rivela come costruire un guardaroba (non a cucirlo) che si adatta perfettamente al tuo stile di vita, non si basa sulle tendenze ma su consigli evergreen. La Rees dice di pensare al suo libro come ad una cassetta degli attrezzi piena di idee, strumenti, consigli per coltivare un forte stile unico partendo dal tuo guardaroba.



Cucito creativo per la casa:   un altro libro di Tone Finnanger, bello da vedere con colori shabby in stile Tilda. C'è una collana intera se sei amante come me del rosa e della tenerezza.35 progetti con cartamodelli a grandezza naturale. A 18,00 euro ma si trova anche scontato.



beh, adesso mi piacerebbe davvero sapere cosa leggi o cos'hai letto di interessante, così prendo spunto anche io da te.

Ricorda anche di iscriverti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti del blog.
Consigli di cucito per luglio (pdf)
in: // //

Consigli di cucito per luglio (pdf)

  

Consigli di cucito per luglio con pdf


Spesso noi amanti del cucito ci facciamo prendere da forti impulsi all'acquisto di cose inutili, ingombranti, che nel tempo cambiano posto nella sewroom, dall'armadio alla sedia, dalla sedia al tavolo, per non trovare mai pace.

Il mese di luglio, con sconti e saldi, è la trappola perfetta per il nostro portafogli e il nostro  spazio. Per non parlare della valigia da riempire! Come bisogna fare? In questo post mi va di darti qualche dritta in base alla mia sola e umile esperienza di ' malata di stoffe e bottoni'.

i saldi

 

Siamo a luglio e cercare di fare acquisti oculati senza farsi prendere la mano con i saldi dappertutto non è cosa facile, come fare? un metodo che io uso spesso, è acquistare solo cose di stagione che non seguono le mode per il semplice motivo che queste passano in fretta.

Esempio pratico: ho bisogno di rifare le tende del salotto, è una bella mole di tessuto, quindi decido quale posso usare come base (voile bianco, organza beige, rigato, fiori) e vado ad acquistarlo in saldo perchè non passa mai come stile, potrò sempre aggiungere dei particolari differenti nel corso dell'anno (mantovana colorata, a pois, cuori fatti da me, fiori all'uncinetto).

Non bisogna comprare cose fuori stagione come tessuti pesanti e particolari perchè verrano usati non prima di ottobre/novembre e quindi magari non piaceranno più.

in valigia

 

La partenza per le vacanze è imminente e fare la valigia è sempre un problema e ricordo ancora quando la facevo otto volte l’anno per il vecchio lavoro: a furia di portare cose che restavano inutilizzate e roba tutta da stirare, ho imparato a fare una valigia minima e funzionale. Soprattutto adesso che viaggio con marito e tre figli, quindi leggi in questo post i suggerimenti per farla al meglio.

Ma quello che non può mancare è un piccolo kit di cucito utilissimo per attaccare il bottone che all'ultimo minuto sicuramente si staccherà. Come comporlo:

- una rocchetta di filo in tinta naturale e in poliestere (va bene su tutto)
- forbicine per unghie (e prendi due piccioni con una fava)
- due aghi e due spilli
- qualche bottone uguale al tipo degli indumenti che metterai in valigia
- una striscia di velcro per chiusure veloci

la cucitrice portatile



Se sei un'appassionata del genere e cuci anche in vacanza, portala con te, è il momento ideale e ti serve per le piccole riparazioni, soprattutto se la tua meta è la montagna (per pile, tende,
k-way). Io non sono un'amante ma conosco amiche che con questo aggeggio sanno cucire un'intera tenda da campeggio!

Ricorda che:
- fa il punto ad ogni pressione del pollice
- la stoffa va messa sotto il piedino che è fatto a molla
- ha un solo filo quindi , non agganciandone uno inferiore, la cucitura è promiscua (si dice ancora?)

Insomma, penso che se vuoi veramente cucire anche in vacanza, esistono delle belle macchinine portatili ma più serie con pochi euro in più.



Pulisci la macchina da cucire


Se vai via puliscila molto bene, apri tutti i vani, smonta i vari pezzi, e dai una bella spolverata col pennellino, poi dai un colpo di phon ad aria fredda. In questo post ti faccio vedere come fare a rimontare i pezzi.

Ricorda però di pulirla regolarmente perchè la polvere dell'aria e dei tessuti nella stanza intasano la griffa di trasporto e gli ingranaggi. Un trucco che uso io, dopo pulita, è mettere un pezzo di stoffa sotto il piedino con l'ago inserito.


Beh, io qualche dritta te l'ho data dopo quelle di giugno.

E, se sei smemorina come me, ti lascio il pdf da scaricare. Puoi anche iscriverti alla newsletter direttamente da questo modulo newsletter


Ti piace lo stile shabby? Allora cuciamo i tovagliolini per la colazione
in: //

Ti piace lo stile shabby? Allora cuciamo i tovagliolini per la colazione

tovagliolo _fiori_tulipani_piatto


La colazione è il momento della giornata che preferisco, con tovaglietta e tovagliolini in shabby chic. Se piace anche a te e ami pure cucire ma sei alle prime armi, questo progetto fa per te. Segui il piccolo tutorial.

Non servono grandi abilità stavolta, a differenza della tovaglia dove era necessario prendere parecchie misure, ma conoscere il punto dritto è sufficiente, fai solo attenzione al passaggio per applicare il bordino.Se ti vuoi specializzare nell' uso di altri piedini, nel mio corso te ne spiego 18.

Comincia a creare dei ritagli di tessuto del disegno che preferisci, io ti lascio lo schema a fiore. Se non ti senti sicura con le curve, puoi iniziare con uno schema squadrato. Usa un punto dritto e vai piano, senza troppa fretta, poi passa al secondo ritaglio.

Per ogni tovagliolo devi ritagliare due sagome perché così hai la superficie uguale sia sopra che sotto e puoi girarlo, se invece vuoi fare solo un ritaglio allora hai un rovescio della stoffa che sarà la parte inferiore del tovagliolo.

Stampa e ritaglia lo schema su A4 in formato uguale per avere un diametro di circa 17 centimetri, poi appoggialo sul tessuto e fermalo con gli spilli come in foto.

schema_fiore_stampare
Io uso degli spilli lunghi 54 millimetri, servono per trapuntare e hanno le punte molto resistenti, ideali per lavorare con stoffa e carta o più strati.


schema_stoffa_spilli

Per fare un lavoro in vero stile Shabby, ti consiglio di curare l'abbinamento dei disegni e decori delle stoffe. Se non sei pratica, puoi puntare sullo stesso sfondo bianco con disegni di un colore rosa/lilla ma in diverse sfumature.

tovaglioli_tutorial_shabby

Ora appoggia il bordino decorato a fiorellini sul perimetro e cuci molto lentamente tutt'intorno. Io ho usato il piedino standard perchè sono pratica ma va bene anche il piedino open toe o per applique.

tovagliolo_shabby_cucire_piedino

Il risultato è molto sciccoso, colorato ma non troppo, allegro, insomma, l'ideale da tenere in tavola vuoi fare una bella colazione.

tovaglioli_bordo_in_pizzo
E un bel mazzo di tulipani come centrotavola non guasta mai.

tavola_piatto_fiori_

Dimmi se ti è piaciuta l'idea, in arrivo ci sono altre idee. E iscriviti alla mia newsletter.

Consigli di giugno per mamme che cuciono (pdf)
in: // // //

Consigli di giugno per mamme che cuciono (pdf)

puntaspilli filati spago bottoni



Il mese di giugno è splendido per cucire: le giornate sono più lunghe, c'è luce fino a sera tarda, quindi possiamo fare tutte le commissioni di casa, al lavoro, o per i ragazzi. Ma anche ritagliare del tempo per cucire quel progetto sempre rimandato. Ti do qualche consiglio.

Dividi il tempo per aumentare la resa


Un trucco che uso io è dividere il tempo in sessioni da 20 minuti, in questo modo ogni tre sessioni hai cucito per un'ora senza accorgertene. E' un lasso di tempo più che sufficiente per iniziare e finire uno step, per esempio preparare tutto il materiale necessario come filati e tessuti - poi ritagliare il cartamodello e posizionarlo sulla stoffa – tagliare e assemblare i pannelli – assemblare e cucire.

Dopo diverse prove nell'ultimo anno e ascoltando le mie allieve dei corsi di cucito, ho visto che è un metodo che porta a dei buoni risultati, ovviamente nessuno ti vieta di allungare la sessione in base alle tue possibilità ed esigenze (ma che sia sempre lo stesso arco di tempo, come 30 / 35 / 40 minuti).

Organizza e riordina la sewroom


Non c'è niente da fare: il disordine porta disordine, ma non puoi essere ordinata se prima non sei organizzata. Perchè l'ordine è la conseguenza diretta della programmazione e dell'organizzazione di pensieri, di progetti, di spazi.

Se non hai una sewroom non hai scuse lo stesso, basta una parete ben attrezzata con un pannello forato e un ripiano di lavoro anche ribaltabile, ma sarà il tuo spazio e di nessun altro. Provare per credere.


Pensa al riciclo e al riuso prima di buttare


Quando fai il cambio degli armadi e hai dei pezzi di cui vuoi disfarti, fallo pensando al riuso di tutti quegli accessori o materiali che potrebbero servirti: metti mano allo scucino e ricupera cerniere, fibbie, bottoni, applique carine, inserti di pizzo.

Un consiglio in più: prendi lo smartphone e scatta una foto all'oggetto prima di scucire, in questo modo sai già come potresti riusarlo.

La scatola di latta


Ma come... ti ho appena detto di essere ordinata e poi ti dico di fare montagnine di accessori recuperati? Fai così come me, prendi una bella scatola di latta (tipo quelle dei biscotti danesi) e usala come contenitore mettendola in bella mostra su uno scaffale vicino alla tua macchina da cucire. Et voilà, due piccioni con una fava!

Per tenere in ordine i bottoni colorati puoi usare dei barattolini in vetro e riporli sugli scaffali, se invece li vuoi tutti di un tipo allora puoi fare delle collane col filo robusto e appenderle a dei ganci sul pannello forato. L'idea delle collane viene da una lettrice della mia newsletter.


Siccome so che sei un po' smemorina, ho riassunto tutto in questo pdf, salvalo nella cartella del computer dove avevi già messo quello di maggio.

E ora dimmi se hai dei trucchi tuoi personali per il mese di giugno e il cucito.



Come usare il piedino per cerniera  (video)
in: //

Come usare il piedino per cerniera (video)




Quando seguo le mie corsiste di cucito, una delle difficoltà maggiori è capire come usare il piedino standard per cerniera invisibile. Oltre qualche indicazione scritta, ti faccio vedere il video di questo passaggio, se hai ancora domande scrivile in fondo al post e io ti rispondo.

Se non ce l'hai in dotazione con la macchina da cucire, ti consiglio di prenderlo perchè è davvero molto utile (io uso la Singer ed era compreso nel kit base).

importante 

 

Questo piedino è 'il piedino universale, o standard, per cucire la cerniera '.

Ci tengo a precisarlo perchè in commercio c'è anche il piedino per cucire la cerniera invisibile, fatto in modo che passi sopra i dentini grazie a due scanalature come questo in foto. Non è il nostro caso adesso.



come usare il piedino per cerniera

 


Fai delle prove prendendo due quadrati di tessuti,cuci sempre una zip invisibile  aperta. Inizia prendendo un lato del nastro adesivo e fissandolo su un lato del tessuto, dritto contro dritto, con i denti della cerniera rivolti verso l'interno, lontano dal bordo grezzo.

Il piedino è fatto con due scanaluture a destra e sinistra, si può montare al gambo della macchina sia a da un lato che dall'altro.


Se devi fare la cucitura a destra della cerniera allora devi montarlo a sinistra, nel video te lo faccio vedere bene.

Se il progetto te lo permette puoi girare sulla fettuccia e proseguire, ma se non riesci a girare il verso allora monta il piedino sul lato opposto, accompagna la stoffa bene con le mani. Quando arrivi al cursore il piedino è molto vicino ai dentini della cremagliera e non passa, quindi devi alzare il piedino, con l'ago giù, e girare, per poi rimandare il piedino in basso.

Dopo l'applicazione della cerniera devi fare l'impuntura, cioè rifare una cucitura parallela ai dentini della cerniera ma dal lato dritto della stoffa.

Guarda il video e salva questo post in modo che puoi rivederlo quando necessario, per gli iscritti alla newsletter ci sono altri articoli belli e utili.




carmen, sarta tutor


La cucitura invisibile, o punto nascosto (video)
in:

La cucitura invisibile, o punto nascosto (video)


mano_ago_filo


Se credi di fare a meno del punto invisibile, ti sbagli. Te lo dico per esperienza: è una delle cuciture più usate e, prima la sai fare, meglio è. Per molti motivi.

A cosa serve la cucitura invisibile


Viene chiamata anche punto scala e punto nascosto, viene fatta a mano e il segreto perchè sia perfetta è l'esercizio (come in tutte le cose, del resto). Prima di iniziare, i lembi dei due tessuti devono avere un piccolo orlo verso l'interno per poter eseguire questo punto con una resa professionale. Ti può servire:


Quale filo scegliere

 

Usa lo stesso filo usato per le cuciture precedenti del tuo progetto, comunque un poliestere è sempre una buona scelta.  Se il tratto che devi cucire dovrà sopportare molta usura come un indumento, ti conviene usare il filo doppio. Il colore deve essere lo stesso del tessuto che stai cucendo, per dare un effetto ancora più invisibile.

Come si fa il punto invisibile


In pratica è una specie di scala: fai un nodo al filo, entra con l'ago dall'interno dell'apertura, esci fuori e rientra esattamente dal lato opposto al foro appena fatto, poi ti sposti in parallelo e ricominci. Se stai chiudendo un lavoro tondo, come un cuore o un astuccio, e quindi sei in curva, fai dei punti meno distanti tra loro.


Non ci riesci? Siccome oggi sono di buon cuore, ti metto il mini - video che sta impazzando sul mio profilo Instagram, poi dimmi se sei riuscita a farlo.



Iscriviti alla newsletter per ricevere suggerimenti di cucito ogni settimana, da QUI







Consigli di maggio per amanti del cucito (pdf)
in: //

Consigli di maggio per amanti del cucito (pdf)



tavolo_sedie_filati_picnic


Una delle mie passioni, oltre i corsi online di cucito, è confezionare piccoli accessori per mamme e bambini. Spesso non so cosa mettere (sì, pur avendo l'armadio pieno di robbbbba!) ma l'accessorio giusto al momento giusto mi salva la giornata, soprattutto in un mese come maggio che è un po' caldo e un po' freddo.

Se non hai tempo di leggere adesso perchè magari sei sul tram , in macchina per andare al lavoro o stai prendendo i bambini da scuola, non disperare perchè in fondo al post c'è il PDF da salvare (e puoi metterlo insieme a quello di aprile).

Accessori da sfoggiare


Come ti dicevo, puoi tirare fuori qualche accessorio che hai cucito durante l'inverno, perchè sicuramente hai seguito tutti i miei tutorial :)) Se per qualche stranissimo motivo non l'hai fatto, ti metto qui i link a quelli principali.

Per esempio, puoi cucire una bella fascia per capelli, io l'ho fatta con della maglina personalizzata nel disegno, non è difficlie ma devi avere cura nel maneggiare il tessuto.

Visto che siamo in tema e la mezza stagione forse non esiste più, ma le giornate dal tempo variabile sì, può essere un problema azzeccare il cappello giusto. Basta cucire un bellissimo beanie, segui il tutorial per farlo da sola, nei disegni e nei colori che vuoi.

Quando sono in giro per il paese mi piace ascoltare un po' di musica tranquilla che sia in armonia con i boschi qui intorno e metto la cuffiette, le tengo nell'astuccio che ho cucito tempo fa e che ho presentato anche alla fiera di Manualmente a Torino.

Il mese delle cerimonie

 

Visto che il mese di maggio è per eccellenza quello delle cerimonie, se sai cucirti un abito per l'occasione ti dico: brava e fallo!, ma se sei alle prime armi non buttarti allo sbaraglio ma prova con una gonna leggera da abbinare ad capo che hai già, il trucco ora sono i gioielli, fanno la differenza.

Social lover


Se ami Instagram è il momento di postare belle foto: la luce e i colori di maggio sono così belli da non usare filtri, metti in pubblico quello che sai fare e che hai già cucito. Gli hashtag che preferisco sono #mammeitaliane #ilmioritmolento #spontaneamentecurato #lodicolofaccio. Accompagna le foto con frasi solo tue.
Se vuoi seguirmi anche lì per i mini video di trucchi di cucito allora vieni pure su sarta_tutor@lodicolofaccio

Aria di vacanze

 

Se non hai ancora prenotato le vacanze estive, allora è il momento giusto di trovare  una proposta last minute per un weekend fuori o una settimana per giugno : il vantaggio è che puoi portare con te pochi abiti e pochi accessori, magari anche solo in zaino (poi dimmi se ce la fai davvero).

Insomma, maggio è un mese dalle mille possibilità, è il mese in cui mi sento davvero carica per nuovi progetti e, complice anche il fatto che soffro meno di allergie rispetto a inizio primavera, esco anche di più per passeggiate con la famiglia.

Intanto seguimi dalla newsletter per non perdere gli aggiornamenti e scarica il PDF da qui



Come iniziare a cucire in sei step
in:

Come iniziare a cucire in sei step

stoffa_forbici_spilli

Hai voglia di cucire i tuoi vestiti ma non sai da dove cominciare? Qui ti do 6 suggerimenti , perchè molto spesso l'idea in testa frulla frulla ma poi in pratica si perde. Ricorda che un abito, o qualunque progetto, si cuce un punto alla volta.


1) Prendi una macchina da cucire


Prima o poi dovrai prendere una macchina da cucire e metterci sopra le mani. Sia che tu la compri, la noleggi o te la prestano. Fare shopping per una macchina può essere stressante, ma tutto ciò di cui hai veramente bisogno è una macchina con un punto dritto (per la maggior parte delle cuciture) e un punto zigzag regolabile (per rifinire i bordi).

Le macchine a grandezza naturale (piuttosto che quei graziosi modelli mini tutte colorate) sono le migliori per la cucitura degli indumenti. Se vuoi provare prima di acquistare, vai in un negozio specializzato in macchine da cucire o in un grande magazzino. O se ti trovi meglio ad acquistare online fallo pure.

Io dico sempre che la migliore macchina è quella che hai, quindi non preoccuparti troppo! Io personalmente ho iniziato con la Singer promise 1409.


macchina_cucire_Promise_singer_1409

2) Crea un kit di strumenti di base


Oltre a una macchina da cucire, avrai bisogno di alcuni strumenti a basso costo. Non preoccuparti di trovare tutto in una volta: tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare è un paio di forbici per tessuto, spille, metro a nastro, lo scucino (per i punti temporanei e gli errori!), un oggetto per marcare (come una matita di gesso), ferro e asse da stiro.

Puoi trovarli su Amazon, nei grandi magazzini o nelle mercerie indie.

leggi qui come creare il tuo primo kit di cucito ---> 

scucino_forbici_

 

3) Impara a usare la tua macchina


Prima di tuffarti nel tuo primo progetto di cucito, mettiti comoda con la tua macchina da cucire. Avrai bisogno di sapere com’è fatta e fare cose come alzare e abbassare il piedino, infilare la macchina e fare alcune pratiche di cucitura di base sul tessuto di prova.

Puoi vedere il mio corso ABC, 

volantino_macchina_cucire

 


4) Scegli il tuo primo progetto


La grande domanda è: cosa farai per primo? Quando scegli il tuo primo progetto, renditi la tua vita facile scegliendone uno semplice da costruire e facile da montare, senza trucchi. Il mio primo progetto di un guardaroba è stato un leggins per mia figlia, comodo e facile.

5) Acquista del tessuto


Una delle parti più divertenti di essere una sarta fai da te è scegliere da sola il tuo materiale senza sottostare ad alcuna regola! Ma può essere fonte di confusione se sei appena agli inizi e non sai cosa stai cercando. Se hai un modello con le indicazioni ti conviene seguirle alla lettera perché apportare delle modifiche quando ancora non sei padrona della tecnica ti crea solo guai.

6) Scegli di persona le prime volte

 

Fai shopping di persona per farti un'idea dei tessuti, oppure compra da mercerie indie che di solito sono felici di offrirti consigli via e-mail e persino di inviarti campioni in modo da poter vedere e sentire i tessuti prima dell'acquisto.

Il modello scelto ti dirà esattamente ciò di cui hai bisogno, quindi non preoccuparti di acquistare nulla prima di questo passo. Usa il filo in poliestere che va bene su tutto.

tessuto_quadri_rosa_nero

Ora mi piacerebbe sapere cosa hai già e cosa vorresti prendere per iniziare a cucire.

Iscriviti alla newsletter del cucito QUI

 

 

 

Carmen Pelaia, sarta tutor





Come cucire con il filo elastico [tutorial]
in: // //

Come cucire con il filo elastico [tutorial]

filo_elastico


Una piccola guida per cucire a macchina con il filo elastico e creare delle arricciature per i nostri vestiti.

Ricorda che si cuce tenendo la stoffa dal lato diritto, che il filo superiore è quello a vista e l'elastico va nella bobina inferiore. Lo ripeto sempre nella mia videoscuola di cucito.

COME cucire col filo elastico



Inizia così: prendi il rocchetto del filo elastico e inserisci l'estremità nel foro.

filo elastico e bobina


Riavvolgi il filo come fai di solito, se non sei capace guarda qui di seguito, poi taglia con le forbici.

- COME INFILARE LA BOBINA -

filo elastico inserito


ferma l'elastico sul rocchetto con un pezzetto di scotch così non si riapre nel cassetto, mettilo via subito perchè può sfilacciarsi alle estremità.

rocchetto di filo elastico



Infila ora la macchina con il filo che hai scelto per il tuo progetto.

piedino col filo



Inserisci la bobina inferiore nel vano apposito, fai scendere l'ago in modo che i due fili si aggancino e tira fuori l'estremità aiutandoti con le forbici sotto il piedino. Così come i vede nella foto, il filo elastico resta sotto, sarà la tua cucitura inferiore.

infila mcchina


Mantieni la stessa tensione ma allunga il punto.

allunga punto

Cuci normalmente ma tieni un po' con la mano la stoffa dalla parte dietro. Fai attenzione a non accavallare l'arricciatura.

cuci


Se stai facendo una prova (e se sei all'inizio te lo raccomando) usa dei ritagli di stoffa e ferma pure l'inizio e la fine della cucitura con il punto indietro.

punto indietro



Rilascia la stoffa e vedrai l'arricciatura.


Due parole sul tessuto: non usare una stoffa molto pesante perchè il filo elastico non è adatto, si spezzerebbe, non è in grado di raccogliere il tessuto, usa tessuti leggeri e morbidi.

arricciatura con elastico

Quando hai terminato taglia i fili a circa 15 centimetri.

taglia fili



Vedi come cambia tra il cotone (rosa - verde - giallo) e lo chiffon a cuori?

tessuto arricciato


chiffon arricciato



Così è la cucitura vista sul rovescio del lavoro.

rovescio della cucitura



Con questo metodo puoi creare delle belle arricciature per gonne, tende, tovaglie, oppure come ho fatto io con le striSce di chiffon puoi cucire una sciarpina leggera per la primavera, insomma ti puoi divertire con tutti i rimasugli di stoffa, fai pratica mi raccomando, è sempre il modo migliore per imparare.

Ora iscriviti alla newsletter da qui