Sacchetto di stoffa [tutorial]
in: // // //

Sacchetto di stoffa [tutorial]

come cucire sacchetto di stoffa tutorial

Se sei alle prese con i primi weekend con i bambini, forse stai pensando che un po’ di aria all’aperto può solo far bene.

E come darti torto? Però io ho questa mania di avere un sacchetto di stoffa per ognuno dei miei figli, così il minimo necessario è pronto e loro imparano ad autogestirsi (perché diciamoci la verità: prima lo fanno e meglio è per tutti).


Ora ti faccio vedere nel tutorial come fare a cucirlo, non è difficile e puoi cucirlo da sola anche se non sei molto pratica con la macchina da cucire.

Cosa occorre:

un tessuto per l’interno (il mio è azzurro)
un tessuto per l’esterno (il mio è arancio)
forbici
un bottone
un gancetto (o elastico o fettuccina)


Come cucire il sacchetto:

stendi i tessuti al rovescio e ritaglia in questo modo seguendo le misure in foto, puoi semplicemente ritagliare quello azzurro e poi ricalcare sull’arancio

un consiglio: se non sei pratica, usa tessuti a righe



prendi la stoffa arancio e cuci il gancetto sul bordo di 24 cm dal lato diritto



ora piega a metà, in questo modo hai il rovescio a vista


cuci i bordi


così come in foto


prendi le punte con le dita


e cuci gli angoli


fai lo stesso procedimento con la stoffa azzurra, ma lascia un’apertura di qualche centimetro


adesso ti ritrovi on due sacchetti al rovescio


gira quello azzurro al diritto


inseriscilo dentro il sacchetto arancio e cuci i bordi


estrai il sacchetto azzurro


risvolta il tutto sul diritto dall’apertura che avevi lasciato prima


cuci il bottone dalla parte opposta del gancetto, il sacchetto è pronto


che ne pensi? Ti piace? Sembra difficile ma non lo è, ci sono solo alcuni passaggi su cui fare un po’ più d’attenzione

come cucire sacchetto di stoffa tutorial

Questo è per la mia bimba più piccola, il maschio e la figlia più grande hanno altre preferenze nei colori che cercherò in questi giorni.



Consigli di cucito per luglio (pdf)
in: //

Consigli di cucito per luglio (pdf)

  

Consigli di cucito per luglio con pdf


Spesso noi amanti del cucito ci facciamo prendere da forti impulsi all'acquisto di cose inutili, ingombranti, che nel tempo cambiano posto nella sewroom, dall'armadio alla sedia, dalla sedia al tavolo, per non trovare mai pace. Questo è un problema ricorrente nelle allieve che seguono i miei corsi di cucito.

Il mese di luglio, con sconti e saldi, è la trappola perfetta per il nostro portafogli e il nostro  spazio. Per non parlare della valigia da riempire! Come bisogna fare? In questo post mi va di darti qualche dritta in base alla mia sola e umile esperienza di ' malata di stoffe e bottoni'.

i saldi

Siamo a luglio e cercare di fare acquisti oculati senza farsi prendere la mano con i saldi dappertutto non è cosa facile, come fare? un metodo che io uso spesso, è acquistare solo cose di stagione che non seguono le mode per il semplice motivo che queste passano in fretta.

Esempio pratico: ho bisogno di rifare le tende del salotto, è una bella mole di tessuto, quindi decido quale posso usare come base (voile bianco, organza beige, rigato, fiori) e vado ad acquistarlo in saldo perchè non passa mai come stile, potrò sempre aggiungere dei particolari differenti nel corso dell'anno (mantovana colorata, a pois, cuori fatti da me, fiori all'uncinetto).

Non bisogna comprare cose fuori stagione come tessuti pesanti e particolari perchè verrano usati non prima di ottobre/novembre e quindi magari non piaceranno più. Almeno io faccio così perchè cambio idea spesso e rischio di non usare quelle stoffe prese d'impulso.

in valigia

La partenza per le vacanze è imminente e fare la valigia è sempre un problema e ricordo ancora quando la facevo otto volte l’anno per il vecchio lavoro in hotel: a furia di portare cose che restavano inutilizzate e roba tutta da stirare, ho imparato a fare una valigia minima e funzionale. Soprattutto adesso che viaggio con marito e tre figli, quindi leggi in questo post i suggerimenti per farla al meglio.

Ma quello che non può mancare è un piccolo kit di cucito utilissimo per attaccare il bottone che all'ultimo minuto sicuramente si staccherà. Come comporlo:

- una rocchetta di filo in tinta naturale e in poliestere (va bene su tutto)
- forbicine per unghie (e prendi due piccioni con una fava)
- due aghi e due spilli
- qualche bottone uguale al tipo degli indumenti che metterai in valigia
- una striscia di velcro per chiusure veloci

la cucitrice portatile



Se sei un'appassionata del genere e cuci anche in vacanza, portala con te, è il momento ideale e ti serve per le piccole riparazioni, soprattutto se la tua meta è la montagna (per pile, tende,
k-way). Io non sono un'amante ma conosco amiche che con questo aggeggio sanno cucire un'intera tenda da campeggio!

Ricorda che:

- fa il punto ad ogni pressione del pollice
- la stoffa va messa sotto il piedino che è fatto a molla
- ha un solo filo quindi , non agganciandone uno inferiore, la cucitura è promiscua (si dice ancora?)

Insomma, penso che se vuoi veramente cucire anche in vacanza, esistono delle belle macchinine portatili ma più serie con pochi euro in più.


Pulisci la macchina da cucire


Se vai via puliscila molto bene, apri tutti i vani, smonta i vari pezzi, e dai una bella spolverata col pennellino, poi dai un colpo di phon ad aria fredda. In questo post ti faccio vedere come fare a rimontare i pezzi.

Ricorda però di pulirla regolarmente perchè la polvere dell'aria e dei tessuti nella stanza intasano la griffa di trasporto e gli ingranaggi. Un trucco che uso io, dopo pulita, è mettere un pezzo di stoffa sotto il piedino con l'ago inserito.


Beh, io qualche dritta te l'ho data dopo quelle di giugno.

E, se sei smemorina come me, ti lascio il pdf da scaricare. Puoi anche iscriverti alla newsletter direttamente da questo modulo newsletter


Come cucire il tessuto in spugna
in: //

Come cucire il tessuto in spugna


Oggi mi è arrivata una richiesta precisa da Sara che mi segue tramite la newsletter. Mi chiede:

come si fa a cucire la spugna per fare dei bavaglini per il bimbo appena nato con una macchina semplice senza tanti punti?

Ho spulciato nell’archivio dei miei tutorial e mi sono accorta che non ne avevo ancora scritto nulla,  quindi ecco qua un breve tutorial per cucire la spugna.

1 - Prima di tutto devi riconoscere la direzione: passa la mano sulla spugna per vedere quale parte è più liscia rispetto all’altra, in pratica è quella che dà meno resistenza.

2 - Attenta all'ago da usare: se la spugna è molto spessa ci vuole un ago doppio altrimenti va bene un ago da jeans (mi raccomando di fare sempre delle prove su un ritaglio).

3 - Il filo: il filo di cucitura dovrebbe essere evidente e quindi in contrasto al colore della spugna  soprattutto se sei alle prime armi. Questo perché i punti della cucitura verranno nascosti dalla lanosità della spugna e non riuscirai a vedere se sbagli. E può essere un problema scucire e rifare. Magari il contrasto dà anche un tocco più originale e allegro al tuo lavoro.

 

4 - Quale punto usare: dritto e zig zag. Comincia col bordare la spugna con un punto zig zag, la lunghezza deve essere media. Nei miei corsi online di cucito creativo trovi tanti aiuti ulteriori.

 

5 - Poi passa al punto dritto: tieniti a filo dello zig zag precedente in modo che resti parallelo. Il punto deve essere lungo lungo. L'ideale sarebbe avere una taglia e cuci oppure il punto in dotazione alla macchina, questo passaggio è per te che non li hai.

Degno di nota: non usare le forbici dentellate per tagliare i bordi perchè sfilaccia la spugna!

Degno di nota 2 : usa asciugamani ormai dismessi, fa bene a te e all'ambiente!

Spero di aver accontentato Sara ma anche chi ne aveva bisogno.
Continua a restare aggiornata iscrivendoti alla mia newsletter di cucito Lo dico Lo faccio compilando il modulo che si apre QUI

 Carmen Pelaia - sarta tutor

Comprare stoffe e tessuti on line, consigli per l'acquisto
in:

Comprare stoffe e tessuti on line, consigli per l'acquisto

Una volta si andava al mercato o al negozio rionale per acquistare le stoffe. Si scambiavano due parole, la nonnina del banco conosceva tutta la famiglia, gli avvenimenti, perfino la data di nascita di ognuno dei nostri figli. Ogni paese aveva il negozio che era un punto di riferimento per tutta la comunità.

Io abito in un paese dove c’è una merceria che, poverina, non può certo avere un rifornimento da tir. Ma io gestisco un sacco di corsi online di cucito creativo e a volte mi tocca andare in città in un vecchio negozio del centro, ma il più delle volte la scelta ricade sugli shop on line, soprattutto se ho bisogno di tessuti un po’ particolari e ricercati.

Il problema? Che la scelta è così vasta da perdersi, se poi sei anche una persona indecisa allora non ne esci più fuori. Quindi vediamo insieme come acquistare stoffe on line senza impazzire.

I criteri per scegliere il sito:

. come prima cosa ti consiglio di acquistare dei ritagli di cotone americano in vari colori e disegni per fare una prova, dato che è un tessuto che non riserva brutte sorprese
. controlla il feedback del sito (cioè, leggi le recensioni generali e qualcuna che riguarda i prodotti singoli)
. guarda i metodi di pagamento: devono essere sicuri come Paypal, Stripe
. dai uno sguardo ai tempi di consegna e se è possibile rintracciare il pacco una volta spedito
. se il sito è estero controlla se ci sono dazi doganali e a quanto ammontano

Dove comprare tessuti on line: [*]

premetto che io ho testato tutti questi siti e li metto per comodità di navigazione per te e non farti impazzire nella ricerca, considera però che ce ne sono molti altri
. paninitessuti , tessuti per ogni occasione d’uso, dall’arredamento all’abbigliamento, al cucito creativo
. tessuti.com , tessuti a metraggio di tendenza
. pincot , stoffe di qualità per quilt e cucito creativo
. contrado.it , bella azienda italiana specializzata nella stampa digitale personalizzata
. supercut.it , per cucito creativo o alta moda
. giessescampoli , per arredamento e abbigliamento

Il feedback di queste aziende è molto alto, la consegna è veloce e i siti sono facilmente consultabili. Se non conosci le stoffe, puoi sempre richiedere dei campioni di tessuti vari oppure dei blocchetti in taglio piccolo (per esempio, 10 x 10 centimetri), il miglior kit di campioni l’ho trovato su contrado.it, con tanto di nome e codice per ordinare in seguito

vai qui se vuoi approfondire sui tessuti naturali 

Consigli per gli acquisti:

. valuta i periodi in cui ci sono i saldi per fare un po’ di pieno di tessuti che usi molto durante l’anno
. usa lo sconto che ricevi all’iscrizione della newsletter per ordinare dei tessuti un po’ costosi e particolari
. guarda quali sono le regole e i costi di un possibile reso da parte tua
. se non ti convince qualcosa, manda una email alla sezione ‘contatti’ e vedi come ti rispondono e in quanto tempo (fallo in orari di ufficio)
. se c’è una chat vedi se rispondono davvero

I marketplace:

non ci sono solo shop on line ma anche i marketplace, tipo dawanda , etzy, amazon . Queste piattaforme possono riservare delle belle sorprese per quanto riguarda il design originale di tessuti.

Una considerazione in più sui corrieri:

molte volte la pecca di uno shop on line è il comportamento del singolo corriere, può comportarsi male nella consegna e rovinare l’attesa del nostro pacco tanto desiderato. Consiglio di scrivere una email allo shop per fargli presente che potrebbe intaccare la reputazione del sito, quindi sono loro che devono prendere provvedimenti nei confronti del corriere a cui si appoggiano

Spero di esservi stata di aiuto, se avete altri consigli potete scriverli nei commenti e io aggiornerò il post.


Per ricevere aggiornamenti e consigli sul mondo del cucito iscriviti alla newsletter qui  NEWSLETTER

 


Carmen Pelaia, sarta - tutor





[*] nessun link è in affiliazione, sono solo consigli personali per facilitarti il compito di ricerca