insegno il cucito creativo alle vere principianti appassionate,
con i miei corsi online.

Sono Carmen, la tua sarta tutor.

scopri di più su di me

spazio bianco

spazio bianco

TITOLO ANTEPRIME HOMEPAGE

Cosa c'è di nuovo sul blog
Consigli di cucito per febbraio (PDF)
in: // //

Consigli di cucito per febbraio (PDF)

 
quaderno_macchina_per_cucire

A volte mi succede di perdere di vista gli obiettivi, come quando vado al supermercato a comprare una confezione di pasta sfoglia e poi mi ritrovo il carrello pieno di cose che non mi servivano, ma mi sembravano talmente necessarie in quel momento!




Risultato = perdita di tempo, denaro speso male, lacrime di coccodrillo


Come risolvere allora?


Oltre a imparare ad organizzarsi (e io dico sempre che è un processo continuo, che non ha testa nè coda), oltre ai post-it sul frigorifero e puntualmente dimenticati prima di uscire, può essere utile segnare l'obiettivo su un foglio, poi scrivere i passi per arrivarci, proprio le azioni che devi fare, e poi vedi che non te lo dimentichi più perchè ce l'hai in testa.


In pratica, si tratta di fare una to do list mentale.



ABILITA'

- sicuramente sai fare qualcosa nel cucito, segna le tue abilità acquisite finora (anche se non hai mai toccato una macchina da cucire)
- scrivi su un foglio cosa vorresti imparare questo mese

TO DO LIST

- ora ha senso fare una breve to do list (ci tengo a precisare che deve essere breve perchè tu possa concluderla)
- cosa devi scrivere? tutti i materiali che hai già e cosa non hai

RICICLO

- è il momento di rovistare per la casa, negli armadi, in cantina, in soffitta per trovare tutti i tessuti possibili
- se sei già pratica ricicla un indumento, se non lo sei allora tieni quelli di stoffa più bella per un prossimo fituro (ma non accumulare)

SHOPPING MIRATO

- e solo ora puoi acquistare cosa NON hai ma ti SERVE
- approfitta degli ultimi giorni di saldi per andare in negozio a comprarle


qui di seguito c'è il pdf da salvare o stampare, fai clic sul quadratino in alto a destra per aprirlo




Iscriviti alla newsletter da qui


Carmen Pelaia, sarta tutor

 

credit foto: qui

Come organizzare le stoffe per cucire con il campionario faidate
in:

Come organizzare le stoffe per cucire con il campionario faidate

campionario_foglio_con_ritagli_tessuti

Quando sei all’inizio nel mondo del cucito creativo troverai molto difficile riconoscere le varie stoffe e sapere per quale progetto usarle al meglio. 

Uno dei trucchi che uso io può renderti la vita più facile: creare un tuo campionario di tessuti come dizionario tattile. 


In questo post vedrai i passaggi per crearne uno da sola e aggiornarlo nel tempo, in base alle tue personali necessità. 

Insomma, è un modo molto pratico per avere sotto mano i tessuti più diversi, imparare a riconoscerli al tatto e capire come cucirli. 

Perché i campionari di tessuti sono uno strumento fantastico per chi cuce. La legge aurea del tessuto dice: più tocchi un tessuto e più sai come cucirlo al meglio. 

I campioni di tessuto sono un modo economico o gratuito per mettere le mani su una vera montagna di tessuto! Che tu li voglia comprare o li voglia raccogliere usando i tuoi ritagli, devi capire come organizzare i tessuti in un campionario che abbia senso per te. 

Ora cercherò di aiutarti in questo obiettivo. Anche i designer di moda e i magazzini usano un libro gigante con ritagli di stoffe per poter trovare subito quello che è meglio per il progetto in corso. Nella tua stanza del cucito, puoi ricrearne uno più piccolo e usarlo come ‘dizionario tattile’. 

ritagli_di-stoffe

 Prima di iniziare a creare il tuo campionario di tessuti fai-da-te, parliamo di come raccogliere un buon set di campioni. 


Come collezionare dei campioni di tessuto 

Hai bisogno di almeno 30 pezzi di tessuto differente per il tuo book, ma dipende molto anche dal tipo di cucito che fai (creativo, moda, ricamo, elegante, accessori, ecc). 

Prenditi la libertà di inserire tutto ciò che ti interessa, perfino piccoli gancetti e ritagli di pelle se fai borse. 

1. La fonte più semplice ed ovvia per ricavare i campioni è usare ciò che hai già. Qualunque tessuto tu stia utilizzando, risparmia uno scarto per il futuro. Puoi farlo con ogni tessuto che cuci. Tieni e abbina anche le etichette dove è scritto il tipo di tessuto e le fibre.

 2. Un altro modo è ordinare i campioni da shop online, li puoi trovare a bassissimo costo in ritagli di circa 10 x 10 cm, di solito. E’ un modo divertente per mettere mano a tessuti che magari difficilmente trovi nella merceria del tuo paese. Hanno un codice o il nome del tessuto stampato sopra, puoi toccarli e fare anche piccole prove di cuciture prima di decidere quali fanno per te, intanto mettili tutti nel tuo book del campionario.

Dopo aver raccolto i campioni, è arrivato il momento di creare il tuo campionario fai-da-te.


Materiale che serve per creare il tuo campionario di tessuti 

  •  30-50 campioni di tessuti  
  • Un quaderno ad anelli con fogli a buchi rinforzati 
  •  Forbici dentellate/taglierina rotante 
  •  Penna nera (pennarelli colorati se vuoi)  
  • Un righello  
  • Scotch biadesivo 

quaderno_anelli_per_campionario_stoffe_faidate
 


Come creare il tuo campionario fai-da-te

In pratica, ogni pagina del tuo quaderno diventerà una mini raccolta di informazioni. Prima di tutto, devi ritagliare i tessuti se non lo sono già, di circa 5 x 5 cm con la taglierina o la forbice dentellata.

Quest'ultima te la raccomando soprattutto per quei tessuti che tendono a sfilacciare. 

Nella parte sinistra della tua pagina incolla 5 ritagli di tessuti differenti accavallando la parte superiore per risparmiare spazio e lasciando libera la parte inferiore, questo ti permetterà di ‘toccare con mano’ sia la faccia superiore sia la faccia inferiore della stoffa. 

quaderno_anelli_per_organizzare_stoffe

 

Ora, nella parte destra della stessa pagina, disegna un rettangolo a fianco di ogni ritaglio di tessuto. 

Qui scriverai:

- Tipo di stoffa (tessuto)

 - Per quali progetti è consigliata (destinazione)

 - Se l’hai già usata scrivi come ti sei trovata (feedback) 

- Scrivi dove l’hai acquistato (shop) 

- Segna il prezzo al metro (prezzo) 

scrivere_note_per_tessuti
 

 
Puoi anche vedere un modello di campionario in questo foglio pdf che ho preparato per te. 

organizzatore_ad_anelli_per-stoffe_da_cucire

 Se ti è piaciuto questo tutorial (sicuramente, vero?) perchè non ti iscrivi alla newsletter del blog? Guarda perchè cliccando sulla casellina!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER !!

Decluttering nella stanza del cucito con Marie Kondo
in:

Decluttering nella stanza del cucito con Marie Kondo

stanza del cucito

In questo post voglio darti dei suggerimenti per capire cosa tenere e cosa buttare in base al grado di gioia che queste cose ti danno. Non è detto che sia il metodo migliore per te, ma provare non costa nulla.

Ti dico come puoi organizzare la tua stanza del cucito seguendo le indicazioni di Marie Kondo, la regina dell'arte giapponese del riordino. 

Passi troppo tempo a cercare le stoffe che ti servono per cucire perché sono ormai delle pile alte fino al soffitto?

Ti stai chiedendo come organizzare tessuti, pattern, schemi, appunti, ferro da stiro e spolette?

Tieni cose perché sperando che prima o poi ci sarà l’occasione per usarle?
Ero a casa di un’amica, l’altra sera a Torino, che cuce tutto il giorno perché anche lei ne ha fatto il suo mestiere, e si lamentava per il disordine che regna nello studio, tra l’altro è pure uno spazio condiviso.

Approfondisci: come sopravvivere ad uno spazio condiviso


Le ho suggerito di fare come la Kondo nel suo libro ‘Il magico potere del riordino’ ma applicandolo alla stanza del cucito. Ecco qualche consiglio.

Decluttering nella stanza del cucito con Marie Kondo 


1 – Guardati intorno, prendi coscienza di quante cose possiedi e di quante effettivamente hai bisogno, poi dividi in tanti mucchietti, in questo modo ti rendi conto e diventi consapevole da dove deriva il disordine.

2 – Butta tutto ciò che non ti ispira gioia, nemmeno a lungo termine, e fallo in una volta sola perché se dividi in vari momenti allora cominci a distrarti e a rimandare. Prima di eliminare il superfluo ricordati di ringraziare del beneficio che ti hanno dato finora.

In questa fase elimina anche tutte le attrezzature vecchie e non recuperabili come i pennelli consumati, un kit di crafting che ti sembrava interessante ma poi l’hai abbandonato in un angolo, oppure un attrezzo che non è idoneo per le tue abilità e quindi ti mette frustrazione perché non hai il tempo di imparare ad usarlo.

3 – Ordina quello che resta seguendo una suddivisione per categorie: la categoria dei tessuti, dei ritagli, degli schemi, degli appunti (compresi i vari post-it attaccati al frigo), i filati, i piccoli attrezzi come spilli-forbicine-puntaspilli.
Non dividere per spazi, cioè pensando a cosa mettere sulla libreria, o come occupare il tavolo o i ripiani.

4 – Pensa a che tipo di spazio ti serve per cucire i tuoi progetti e di conseguenza preparalo. Traduco: cuci vestitini per il bimbo? Allora ti serve una grande tavolo libero per appoggiare le stoffe e ritagliare i pattern. Fai piccole riparazioni? Allora basta un angolo con una buona illuminazione sopra la spalla. E via così.

5 – Pensa ai contenitori ideali per le tue attrezzature in base allo spazio: se hai una bella porta appendi un organizer, se invece hai una parete libera puoi fare un pannello come questo della mia sewroom .

Per i pattern usa dei quadernoni ad anelli con buste di plastica trasparente (e ricorda di inserire anche la foto di ogni progetto finito ).

Approfondisci: 

- come fare un pannello per la sewroom


- come fare un organizer appeso


6 – Tutti i primi 5 passi li dovresti fare in silenzio.

Quindi il metodo Konmari racchiude questi principi:
1 – visualizza la tua vita
2 – organizza il tempo
3 – riordina tutto in una volta
4 – dividi per categoria e non per luogo
5 – chiediti prima: ‘mi rende felice?’
6 – trova una ‘casa’ per ogni cosa

Voglio farti presente che il metodo Konmari si può applicare ad ogni stanza della casa, agli armadi, al garage, al magazzino, al ripostiglio. Ma ci vuole tempo, e pazienza. 

Il percorso che si intraprende è differente in ognuno di noi, perché coinvolge i sentimenti e i ricordi. Ma alla fine, ogni cosa andrà al suo posto.


Se ti sono piaciuti questi consigli e vuoi seguirmi anche con la newsletter di cucito, iscriviti da questo modulo

 

Carmen Pelaia, sarta-tutor





Come cucire con il filo elastico [tutorial]
in: // //

Come cucire con il filo elastico [tutorial]

filo_elastico


Una piccola guida per cucire a macchina con il filo elastico e creare delle arricciature per i nostri vestiti.

Ricorda che si cuce tenendo la stoffa dal lato diritto, che il filo superiore è quello a vista e l'elastico va nella bobina inferiore. Lo ripeto sempre nella mia videoscuola di cucito.

COME cucire col filo elastico



Inizia così: prendi il rocchetto del filo elastico e inserisci l'estremità nel foro.

filo elastico e bobina


Riavvolgi il filo come fai di solito, se non sei capace guarda qui di seguito, poi taglia con le forbici.

- COME INFILARE LA BOBINA -

filo elastico inserito


ferma l'elastico sul rocchetto con un pezzetto di scotch così non si riapre nel cassetto, mettilo via subito perchè può sfilacciarsi alle estremità.

rocchetto di filo elastico



Infila ora la macchina con il filo che hai scelto per il tuo progetto.

piedino col filo



Inserisci la bobina inferiore nel vano apposito, fai scendere l'ago in modo che i due fili si aggancino e tira fuori l'estremità aiutandoti con le forbici sotto il piedino. Così come i vede nella foto, il filo elastico resta sotto, sarà la tua cucitura inferiore.

infila mcchina


Mantieni la stessa tensione ma allunga il punto.

allunga punto

Cuci normalmente ma tieni un po' con la mano la stoffa dalla parte dietro. Fai attenzione a non accavallare l'arricciatura.

cuci


Se stai facendo una prova (e se sei all'inizio te lo raccomando) usa dei ritagli di stoffa e ferma pure l'inizio e la fine della cucitura con il punto indietro.

punto indietro



Rilascia la stoffa e vedrai l'arricciatura.


Due parole sul tessuto: non usare una stoffa molto pesante perchè il filo elastico non è adatto, si spezzerebbe, non è in grado di raccogliere il tessuto, usa tessuti leggeri e morbidi.

arricciatura con elastico

Quando hai terminato taglia i fili a circa 15 centimetri.

taglia fili



Vedi come cambia tra il cotone (rosa - verde - giallo) e lo chiffon a cuori?

tessuto arricciato


chiffon arricciato



Così è la cucitura vista sul rovescio del lavoro.

rovescio della cucitura



Con questo metodo puoi creare delle belle arricciature per gonne, tende, tovaglie, oppure come ho fatto io con le striSce di chiffon puoi cucire una sciarpina leggera per la primavera, insomma ti puoi divertire con tutti i rimasugli di stoffa, fai pratica mi raccomando, è sempre il modo migliore per imparare.

Ora iscriviti alla newsletter da qui

 

5 progetti di cucito facili e divertenti per principianti
in:

5 progetti di cucito facili e divertenti per principianti



Spesso chi è principiante crede di doversi buttare in progetti laboriosi, ma non c'è niente di più sbagliato. Perchè vige la regola del viaggiatore: un lungo percorso inizia sempre con un solo piccolo passo, ed è con questo spirito che mi seguono le mie allieve nei videocorsi di cucito creativo.


Quindi ho spulciato i miei progetti di cucito che ho pubblicato qui sul blog negli ultimi due anni, e ho raccolto questi 5 tutorial per chi si è appena avvicinata alla macchina da cucire.

Sono progetti facili e utili, quindi adatti a chi come te si sta avvicinando solo ora al mondo del cucito. ma prima acluni piccoli accorgimenti quando devi seguire un tutorial:

Primo:

ricorda di seguire tutto il tutorial fino alla fine, non solo le foto ma anche i suggerimenti scritti, ci vogliono pochi minuti.


Secondo:

prenditi il tempo necessario per preparare il materiale e organizzati per un quarto d’ora al giorno oppure un’ora intera ma solo una volta a settimana, così non ti stanchi e non hai la sensazione di 'rubare tempo' ad altro.

Terzo:

se sbagli non ti preoccupare, non si nasce imparati, si migliora solo con la pratica.


Quarto:

la regola d’oro è DIVERTITI ! ci sarà tempo per diventare maniacale, per ora cerca di divertirti e appassionarti sempre di più al cucito.

Adesso guarda i tutorial:


cestino per pic nic
























Carmen Pelaia, sarta tutor
Stella patchwork (tutorial)
in: // //

Stella patchwork (tutorial)


La stella a patchwork è di grande effetto per decorare la casa, questo mio tutorial ti fa vedere gli step per realizzarne una

C'è anche lo schema delle punte da stampare e ricalcare sulla stoffa. Ti consiglio di usare due colori coordinati in modo da alternarle e creare un effetto armonioso.


Cosa occorre:



- lo schema della punta, salvalo e stampalo


- ritagli di tessuto di cotone coordinati

- imbottitura

- macchina da cucire

- spilli

- decori (bottoni, spago, raffia)


materiale stella

Come cucire le punte della stella:

per prima cosa lavora su un piano sgombro, libero da cose che in questo momento non ti servono per il progetto, prepara i rombi






cuci un solo lato del rombo con un lato del rombo coordinato, dalla parte del rovescio, va bene un punto dritto molto corto




continua allo stesso modo con gli altri




quando sono tutti cuciti tra loro e formano una stella, appoggiala sopra un ritaglio di tessuto in coordinato (o di un colore differente se preferisci), ritaglia una stella intera per creare il rovescio del patchwork





metti le due stelle dritto con dritto e cuci il perimetro lasciando una piccola apertura di 2 cm






risvolta, riempi con l'imbottitura, chiudi l'apertura con un po' di colla e decora a piacere





con questa stessa tecnica ho realizzato anche il CUSCINO e il PUNTASPILLI a fiore




Se ti è piaciuto questo progetto e vuoi ricevere altre robe interessanti, iscriviti alla newsletter da qui

Carmen Pelaia, sarta tutor

 

VIDEO TUTORIAL PER CUCIRE UN ASTUCCIO PORTAMONETE QUADRATO FACILE E BELLO !
in: // //

VIDEO TUTORIAL PER CUCIRE UN ASTUCCIO PORTAMONETE QUADRATO FACILE E BELLO !

 

astuccio quadrato rosa con cerniera

Quando una passione dura nel tempo diventa un'amicizia vera e propria. Anni fa mi innamorai di questo astuccio visto nel web e ne ho fatti talmente tanti in regalo da allora, che avrei potuto aprire un negozio.

E invece ho aperto la mia bellissima piattaforma di corsi di cucito che potete vedere qui.

CORSI DI CUCITO ONLINE

Ora mi sono detta che è giunto il momento di condividere il video tutorial con voi. Quando ho messo il tutorial su Instagram ho visto che lo avete amato da subito. 

L'ho chiamato MIA, perchè adoro dare un nome ad ogni mio manufatto, mi sa di confidenziale. Comincia a recuperare dei bei ritagli di stoffa in coordinato, spulcia nei tuoi cassetti e prendi un bel cotone liscio e colorato.

Io ho usato il rosa a fiorellini per l'esterno e il grigio perla per l'interno, mentre ti serve anche dell'interfodera, tipo decovil o fliselina media. Meglio se con un lato adesivo che si pressa col ferro da stiro per farlo aderire alla stoffa.

MATERIALI: 

  • cartamodello da stampare, lo trovi QUI
  • 2 ritagli di cotone esterno 12 cm X 12 cm
  • 2 ritagli di cotone interno 12 cm X 12 cm
  • 2 ritagli di decovil o interfodera adesiva 12 cm X 12 cm
  • una cerniera in nylon lunga 14 m
  • eventuale pompom da attaccare al cursore della cerniera
  • piedino per cerniera
  • forbici, macchina da cucire 

Ricorda anche di iscriverti alla mia newsletter dedicata alle vere principianti del cucito.

 

SI SI CERTO CHE MI ISCRIVO !!

VIDEO