aiuto le amanti del cucito
a imparare questa bellissima arte,
perchè possano brillare,
tra bucati, rossetti e bebè.
Sono Carmen, la tua sarta tutor.

scopri di più su di me

newsletter


ricevi subito in regalo il pdf di consigli
più adatto per le tue abilità
(ricorda di leggere la mia informativa sulla privacy per quanto riguarda il trattamento dei dati.)

TITOLO ANTEPRIME HOMEPAGE

Nuovi tutorial dal blog!

giovedì

Consigli di giugno per mamme che cuciono (pdf)
in: // //

Consigli di giugno per mamme che cuciono (pdf)

puntaspilli filati spago bottoni



Il mese di giugno è splendido per cucire: le giornate sono più lunghe, c'è luce fino a sera tarda, quindi possiamo fare tutte le commissioni di casa, al lavoro, o per i ragazzi. Ma anche ritagliare del tempo per cucire quel progetto sempre rimandato. Ti do qualche consiglio.

Dividi il tempo per aumentare la resa


Un trucco che uso io è dividere il tempo in sessioni da 20 minuti, in questo modo ogni tre sessioni hai cucito per un'ora senza accorgertene. E' un lasso di tempo più che sufficiente per iniziare e finire uno step, per esempio preparare tutto il materiale necessario come filati e tessuti - poi ritagliare il cartamodello e posizionarlo sulla stoffa – tagliare e assemblare i pannelli – assemblare e cucire.

Dopo diverse prove nell'ultimo anno e ascoltando le mie allieve dei corsi di cucito, ho visto che è un metodo che porta a dei buoni risultati, ovviamente nessuno ti vieta di allungare la sessione in base alle tue possibilità ed esigenze (ma che sia sempre lo stesso arco di tempo, come 30 / 35 / 40 minuti).

Organizza e riordina la sewroom


Non c'è niente da fare: il disordine porta disordine, ma non puoi essere ordinata se prima non sei organizzata. Perchè l'ordine è la conseguenza diretta della programmazione e dell'organizzazione di pensieri, di progetti, di spazi.

Se non hai una sewroom non hai scuse lo stesso, basta una parete ben attrezzata con un pannello forato e un ripiano di lavoro anche ribaltabile, ma sarà il tuo spazio e di nessun altro. Provare per credere.


Pensa al riciclo e al riuso prima di buttare


Quando fai il cambio degli armadi e hai dei pezzi di cui vuoi disfarti, fallo pensando al riuso di tutti quegli accessori o materiali che potrebbero servirti: metti mano allo scucino e ricupera cerniere, fibbie, bottoni, applique carine, inserti di pizzo.

Un consiglio in più: prendi lo smartphone e scatta una foto all'oggetto prima di scucire, in questo modo sai già come potresti riusarlo.

La scatola di latta


Ma come... ti ho appena detto di essere ordinata e poi ti dico di fare montagnine di accessori recuperati? Fai così come me, prendi una bella scatola di latta (tipo quelle dei biscotti danesi) e usala come contenitore mettendola in bella mostra su uno scaffale vicino alla tua macchina da cucire. Et voilà, due piccioni con una fava!

Per tenere in ordine i bottoni colorati puoi usare dei barattolini in vetro e riporli sugli scaffali, se invece li vuoi tutti di un tipo allora puoi fare delle collane col filo robusto e appenderle a dei ganci sul pannello forato. L'idea delle collane viene da una lettrice della mia newsletter.


Siccome so che sei un po' smemorina, ho riassunto tutto in questo pdf, salvalo nella cartella del computer dove avevi già messo quello di maggio.

E ora dimmi se hai dei trucchi tuoi personali per il mese di giugno e il cucito.



lunedì

Come usare il piedino per cerniera  (video)
in: //

Come usare il piedino per cerniera (video)




Quando seguo le mie corsiste di cucito, una delle difficoltà maggiori è capire come usare il piedino standard per cerniera invisibile. Oltre qualche indicazione scritta, ti faccio vedere il video di questo passaggio, se hai ancora domande scrivile in fondo al post e io ti rispondo.

Se non ce l'hai in dotazione con la macchina da cucire, ti consiglio di prenderlo perchè è davvero molto utile (io uso la Singer ed era compreso nel kit base).

importante 

 

Questo piedino è 'il piedino universale, o standard, per cucire la cerniera '.

Ci tengo a precisarlo perchè in commercio c'è anche il piedino per cucire la cerniera invisibile, fatto in modo che passi sopra i dentini grazie a due scanalature come questo in foto. Non è il nostro caso adesso.



come usare il piedino per cerniera

 


Fai delle prove prendendo due quadrati di tessuti,cuci sempre una zip invisibile  aperta. Inizia prendendo un lato del nastro adesivo e fissandolo su un lato del tessuto, dritto contro dritto, con i denti della cerniera rivolti verso l'interno, lontano dal bordo grezzo.

Il piedino è fatto con due scanaluture a destra e sinistra, si può montare al gambo della macchina sia a da un lato che dall'altro.


Se devi fare la cucitura a destra della cerniera allora devi montarlo a sinistra, nel video te lo faccio vedere bene.

Se il progetto te lo permette puoi girare sulla fettuccia e proseguire, ma se non riesci a girare il verso allora monta il piedino sul lato opposto, accompagna la stoffa bene con le mani. Quando arrivi al cursore il piedino è molto vicino ai dentini della cremagliera e non passa, quindi devi alzare il piedino, con l'ago giù, e girare, per poi rimandare il piedino in basso.

Dopo l'applicazione della cerniera devi fare l'impuntura, cioè rifare una cucitura parallela ai dentini della cerniera ma dal lato dritto della stoffa.

Guarda il video e salva questo post in modo che puoi rivederlo quando necessario, per gli iscritti alla newsletter ci sono altri articoli belli e utili.




carmen, sarta tutor


La cucitura invisibile, o punto nascosto (video)
in:

La cucitura invisibile, o punto nascosto (video)


mano_ago_filo


Se credi di fare a meno del punto invisibile, ti sbagli. Te lo dico per esperienza: è una delle cuciture più usate e, prima la sai fare, meglio è. Per molti motivi.

A cosa serve la cucitura invisibile


Viene chiamata anche punto scala e punto nascosto, viene fatta a mano e il segreto perchè sia perfetta è l'esercizio (come in tutte le cose, del resto). Prima di iniziare, i lembi dei due tessuti devono avere un piccolo orlo verso l'interno per poter eseguire questo punto con una resa professionale. Ti può servire:


Quale filo scegliere

 

Usa lo stesso filo usato per le cuciture precedenti del tuo progetto, comunque un poliestere è sempre una buona scelta.  Se il tratto che devi cucire dovrà sopportare molta usura come un indumento, ti conviene usare il filo doppio. Il colore deve essere lo stesso del tessuto che stai cucendo, per dare un effetto ancora più invisibile.

Come si fa il punto invisibile


In pratica è una specie di scala: fai un nodo al filo, entra con l'ago dall'interno dell'apertura, esci fuori e rientra esattamente dal lato opposto al foro appena fatto, poi ti sposti in parallelo e ricominci. Se stai chiudendo un lavoro tondo, come un cuore o un astuccio, e quindi sei in curva, fai dei punti meno distanti tra loro.


Non ci riesci? Siccome oggi sono di buon cuore, ti metto il mini - video che sta impazzando sul mio profilo Instagram, poi dimmi se sei riuscita a farlo.



Iscriviti alla newsletter per ricevere suggerimenti di cucito ogni settimana, da QUI







mercoledì

Consigli di maggio per amanti del cucito (pdf)
in: //

Consigli di maggio per amanti del cucito (pdf)



tavolo_sedie_filati_picnic


Una delle mie passioni, oltre i corsi online di cucito, è confezionare piccoli accessori per mamme e bambini. Spesso non so cosa mettere (sì, pur avendo l'armadio pieno di robbbbba!) ma l'accessorio giusto al momento giusto mi salva la giornata, soprattutto in un mese come maggio che è un po' caldo e un po' freddo.

Se non hai tempo di leggere adesso perchè magari sei sul tram , in macchina per andare al lavoro o stai prendendo i bambini da scuola, non disperare perchè in fondo al post c'è il PDF da salvare (e puoi metterlo insieme a quello di aprile).

Accessori da sfoggiare


Come ti dicevo, puoi tirare fuori qualche accessorio che hai cucito durante l'inverno, perchè sicuramente hai seguito tutti i miei tutorial :)) Se per qualche stranissimo motivo non l'hai fatto, ti metto qui i link a quelli principali.

Per esempio, puoi cucire una bella fascia per capelli, io l'ho fatta con della maglina personalizzata nel disegno, non è difficlie ma devi avere cura nel maneggiare il tessuto.

Visto che siamo in tema e la mezza stagione forse non esiste più, ma le giornate dal tempo variabile sì, può essere un problema azzeccare il cappello giusto. Basta cucire un bellissimo beanie, segui il tutorial per farlo da sola, nei disegni e nei colori che vuoi.

Quando sono in giro per il paese mi piace ascoltare un po' di musica tranquilla che sia in armonia con i boschi qui intorno e metto la cuffiette, le tengo nell'astuccio che ho cucito tempo fa e che ho presentato anche alla fiera di Manualmente a Torino.

Il mese delle cerimonie

 

Visto che il mese di maggio è per eccellenza quello delle cerimonie, se sai cucirti un abito per l'occasione ti dico: brava e fallo!, ma se sei alle prime armi non buttarti allo sbaraglio ma prova con una gonna leggera da abbinare ad capo che hai già, il trucco ora sono i gioielli, fanno la differenza.

Social lover


Se ami Instagram è il momento di postare belle foto: la luce e i colori di maggio sono così belli da non usare filtri, metti in pubblico quello che sai fare e che hai già cucito. Gli hashtag che preferisco sono #mammeitaliane #ilmioritmolento #spontaneamentecurato #lodicolofaccio. Accompagna le foto con frasi solo tue.
Se vuoi seguirmi anche lì per i mini video di trucchi di cucito allora vieni pure su sarta_tutor@lodicolofaccio

Aria di vacanze

 

Se non hai ancora prenotato le vacanze estive, allora è il momento giusto di trovare  una proposta last minute per un weekend fuori o una settimana per giugno : il vantaggio è che puoi portare con te pochi abiti e pochi accessori, magari anche solo in zaino (poi dimmi se ce la fai davvero).

Insomma, maggio è un mese dalle mille possibilità, è il mese in cui mi sento davvero carica per nuovi progetti e, complice anche il fatto che soffro meno di allergie rispetto a inizio primavera, esco anche di più per passeggiate con la famiglia.

Intanto seguimi dalla newsletter per non perdere gli aggiornamenti e scarica il PDF da qui



venerdì

Come iniziare a cucire in sei step
in:

Come iniziare a cucire in sei step

stoffa_forbici_spilli

Hai voglia di cucire i tuoi vestiti ma non sai da dove cominciare? Qui ti do 6 suggerimenti , perchè molto spesso l'idea in testa frulla frulla ma poi in pratica si perde. Ricorda che un abito, o qualunque progetto, si cuce un punto alla volta.


1) Prendi una macchina da cucire


Prima o poi dovrai prendere una macchina da cucire e metterci sopra le mani. Sia che tu la compri, la noleggi o te la prestano. Fare shopping per una macchina può essere stressante, ma tutto ciò di cui hai veramente bisogno è una macchina con un punto dritto (per la maggior parte delle cuciture) e un punto zigzag regolabile (per rifinire i bordi).

Le macchine a grandezza naturale (piuttosto che quei graziosi modelli mini tutte colorate) sono le migliori per la cucitura degli indumenti. Se vuoi provare prima di acquistare, vai in un negozio specializzato in macchine da cucire o in un grande magazzino. O se ti trovi meglio ad acquistare online fallo pure.

Io dico sempre che la migliore macchina è quella che hai, quindi non preoccuparti troppo! Io personalmente ho iniziato con la Singer promise 1409.


macchina_cucire_Promise_singer_1409

2) Crea un kit di strumenti di base


Oltre a una macchina da cucire, avrai bisogno di alcuni strumenti a basso costo. Non preoccuparti di trovare tutto in una volta: tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare è un paio di forbici per tessuto, spille, metro a nastro, lo scucino (per i punti temporanei e gli errori!), un oggetto per marcare (come una matita di gesso), ferro e asse da stiro.

Puoi trovarli su Amazon, nei grandi magazzini o nelle mercerie indie.

leggi qui come creare il tuo primo kit di cucito ---> 

scucino_forbici_

 

3) Impara a usare la tua macchina


Prima di tuffarti nel tuo primo progetto di cucito, mettiti comoda con la tua macchina da cucire. Avrai bisogno di sapere com’è fatta e fare cose come alzare e abbassare il piedino, infilare la macchina e fare alcune pratiche di cucitura di base sul tessuto di prova.

Puoi vedere il mio corso ABC, 

volantino_macchina_cucire

 


4) Scegli il tuo primo progetto


La grande domanda è: cosa farai per primo? Quando scegli il tuo primo progetto, renditi la tua vita facile scegliendone uno semplice da costruire e facile da montare, senza trucchi. Il mio primo progetto di un guardaroba è stato un leggins per mia figlia, comodo e facile.

5) Acquista del tessuto


Una delle parti più divertenti di essere una sarta fai da te è scegliere da sola il tuo materiale senza sottostare ad alcuna regola! Ma può essere fonte di confusione se sei appena agli inizi e non sai cosa stai cercando. Se hai un modello con le indicazioni ti conviene seguirle alla lettera perché apportare delle modifiche quando ancora non sei padrona della tecnica ti crea solo guai.

6) Scegli di persona le prime volte

 

Fai shopping di persona per farti un'idea dei tessuti, oppure compra da mercerie indie che di solito sono felici di offrirti consigli via e-mail e persino di inviarti campioni in modo da poter vedere e sentire i tessuti prima dell'acquisto.

Il modello scelto ti dirà esattamente ciò di cui hai bisogno, quindi non preoccuparti di acquistare nulla prima di questo passo. Usa il filo in poliestere che va bene su tutto.

tessuto_quadri_rosa_nero

Ora mi piacerebbe sapere cosa hai già e cosa vorresti prendere per iniziare a cucire.

Iscriviti alla newsletter del cucito QUI

 

 

 

Carmen Pelaia, sarta tutor





lunedì

Come cucire con il filo elastico [tutorial]
in: // //

Come cucire con il filo elastico [tutorial]

filo_elastico


Una piccola guida per cucire a macchina con il filo elastico e creare delle arricciature per i nostri vestiti. Ricorda che si cuce tenendo la stoffa dal lato diritto, che il filo superiore è quello a vista e l'elastico va nella bobina inferiore.

COME cucire col filo elastico



Inizia così: prendi il rocchetto del filo elastico e inserisci l'estremità nel foro.

filo elastico e bobina


Riavvolgi il filo come fai di solito, se non sei capace guarda qui di seguito, poi taglia con le forbici.

- COME INFILARE LA BOBINA -

filo elastico inserito


ferma l'elastico sul rocchetto con un pezzetto di scotch così non si riapre nel cassetto, mettilo via subito perchè può sfilacciarsi alle estremità.

rocchetto di filo elastico



Infila ora la macchina con il filo che hai scelto per il tuo progetto.

piedino col filo



Inserisci la bobina inferiore nel vano apposito, fai scendere l'ago in modo che i due fili si aggancino e tira fuori l'estremità aiutandoti con le forbici sotto il piedino. Così come i vede nella foto, il filo elastico resta sotto, sarà la tua cucitura inferiore.

infila mcchina


Mantieni la stessa tensione ma allunga il punto.

allunga punto

Cuci normalmente ma tieni un po' con la mano la stoffa dalla parte dietro. Fai attenzione a non accavallare l'arricciatura.

cuci


Se stai facendo una prova (e se sei all'inizio te lo raccomando) usa dei ritagli di stoffa e ferma pure l'inizio e la fine della cucitura con il punto indietro.

punto indietro



Rilascia la stoffa e vedrai l'arricciatura.


Due parole sul tessuto: non usare una stoffa molto pesante perchè il filo elastico non è adatto, si spezzerebbe, non è in grado di raccogliere il tessuto, usa tessuti leggeri e morbidi.

arricciatura con elastico

Quando hai terminato taglia i fili a circa 15 centimetri.

taglia fili



Vedi come cambia tra il cotone (rosa - verde - giallo) e lo chiffon a cuori?

tessuto arricciato


chiffon arricciato



Così è la cucitura vista sul rovescio del lavoro.

rovescio della cucitura



Con questo metodo puoi creare delle belle arricciature per gonne, tende, tovaglie, oppure come ho fatto io con le striSce di chiffon puoi cucire una sciarpina leggera per la primavera, insomma ti puoi divertire con tutti i rimasugli di stoffa, fai pratica mi raccomando, è sempre il modo migliore per imparare.

Ora iscriviti alla newsletter da qui

 

VIDEO - Non sai cucire un angolo? Ecco il metodo più facile che c'è!
in: //

VIDEO - Non sai cucire un angolo? Ecco il metodo più facile che c'è!


Quando mia figlia più piccola mi chiede io eseguo, letteralmente. Dopo il cappellino di mezza stagione, mi ha chiesto la copertina per la bambolina Josephine, e allora mi sono messa al lavoro per farne una come piacesse a lei.

Visto che la casa sta diventando un ricovero di bambole e pupazzi malconci, abbandonati da qualche sua amica dopo averli spapucchiati per anni (eh sì, molte bimbe di dieci anni non giocano più con le bambole), e lei fa la crocerossina, non potevo certo negare una copertina a cotanta dolcezza.

Ma un passaggio è fondamentale, tanto da richiedere un video: come cucire l'angolo. Ho cercato di spiegarlo nel modo più semplice possibile, non perchè ritengo che tu non sia in grado di comprenderne le sfumature, ma perchè un decennio e mezzo a spiegare concetti di scuola ai miei figli mi ha reso ormai allergica ai tecnologismi.

Alcuni consigli extra

Dai una pressata con il ferro da stiro ad ogni passaggio, lo so, è una scocciatura ma la resa migliora in maniera esponenziale.

Puoi fare una copertina ad un solo velo, cioè con uno scampolo di tessuto di medio peso con dritto e rovescio uguali. Questa è la soluzione più rapida, vale anche per tovagliette e runner da tavola.

Se la copertina è doppia, quindi ha due strati di tessuto e magari anche una fine imbottitura,il problema non c'è perchè lavori su tre strati squadrati a cui applicherai lo sbieco.

Video per cucire un angolo






Che ne pensi? Secondo me ci riesci, e sia che ce la fai sia che tu abbia dei problemi, scrivimi nei commenti così cerco di aiutarti.

Iscriviti alla newsletter  'i consigli di carmen' da qui