insegno il cucito creativo con i miei corsi online
alle donne con poco tempo ma tanto cuore creativo

Sono Carmen, la tua sarta tutor.

scopri di più su di me

spazio bianco

spazio bianco

TITOLO ANTEPRIME HOMEPAGE

Cosa c'è di nuovo sul blog
VIDEO - Non sai cucire un angolo? Ecco il metodo più facile che c'è!
in: //

VIDEO - Non sai cucire un angolo? Ecco il metodo più facile che c'è!


Quando mia figlia più piccola mi chiede io eseguo, letteralmente. Dopo il cappellino di mezza stagione, mi ha chiesto la copertina per la bambolina Josephine, e allora mi sono messa al lavoro per farne una come piacesse a lei.

Visto che la casa sta diventando un ricovero di bambole e pupazzi malconci, abbandonati da qualche sua amica dopo averli spapucchiati per anni (eh sì, molte bimbe di dieci anni non giocano più con le bambole), e lei fa la crocerossina, non potevo certo negare una copertina a cotanta dolcezza.

Ma un passaggio è fondamentale, tanto da richiedere un video: come cucire l'angolo. Ho cercato di spiegarlo nel modo più semplice possibile, non perchè ritengo che tu non sia in grado di comprenderne le sfumature, ma perchè un decennio e mezzo a spiegare concetti di scuola ai miei figli mi ha reso ormai allergica ai tecnologismi.

Alcuni consigli extra

Dai una pressata con il ferro da stiro ad ogni passaggio, lo so, è una scocciatura ma la resa migliora in maniera esponenziale.

Puoi fare una copertina ad un solo velo, cioè con uno scampolo di tessuto di medio peso con dritto e rovescio uguali. Questa è la soluzione più rapida, vale anche per tovagliette e runner da tavola.

Se la copertina è doppia, quindi ha due strati di tessuto e magari anche una fine imbottitura,il problema non c'è perchè lavori su tre strati squadrati a cui applicherai lo sbieco.

Video per cucire un angolo






Che ne pensi? Secondo me ci riesci, e sia che ce la fai sia che tu abbia dei problemi, scrivimi nei commenti così cerco di aiutarti.

Iscriviti alla newsletter  'i consigli di carmen' da qui



Come cucire un bottone piatto: 2 video tutorial
in: // //

Come cucire un bottone piatto: 2 video tutorial


*

Cucire un bottone può diventare uno dei dilemmi più grandi della tua vita se inizi solo ora come principiante, ma non farti spaventare, perchè devi sapere che anche io quando ho iniziato avevo il cruccio di non riuscire bene a cucire i bottoni. 

Una volta ero in un hotel di Bolzano e, poco prima della cena di lavoro, mi si sfilò un bottone della camicia. Sai cosa ho fatto? Ho dovuto chiamare il concierge e chiedere l'aiuto di una cameriera per cucirlo perchè io non ero capace. 

Se mi sono vergognata? Un pochino, anzi di più. 

Quindi una volta tornata a casa ho voluto imparare a cucire un bottone sia a mano sia a macchina. La prima cosa che voglio dirti è che ho preparato due video tutorial che puoi guardare tutte le volte che vuoi e fanno parte dei miei corsi di cucito online. Ma ricorda che solo la pratica costante ti farà migliorare. Con questa premessa iniziamo.


Parliamo del bottone piatto

 


  In commercio trovi tanti tipi di bottoni, in questo post ti parlo del bottone piatto, che può essere a 2 fori o quattro fori. Una volta che hai capito come cucire il primo, allora il secondo ti verrà facile perchè basta spostarsi con l'ago nei due fori laterali. 

 Il materiale può essere diverso: di legno per lo scrapbooking, di plastica , madreperla, a seconda della destinazione d'uso. Se sei creativa come me, potresti pensare di farli in colla a caldo per progetti più delicati.

 come fare i bottoni con la colla a caldo

Oppure puoi anche rivestirli da sola con dei ritagli di stoffa abbinata al progetto (a presto il tutorial, non disperare). Insomma, quello che voglio dirti è che di bottoni ce ne sono per ogni gusto e per ogni occhio. Quindi a te l'ardua sentenza di scegliere quello più adatto al momento. Allora, adesso che la premessa è fatta, guarda come si cuciono sti benedetti bottoni, e poi mi raccomando mettiti d'impegno per cucirli davvero! Sennò, che te lo dico a fa'?

Per avere più post utili e belli per principianti nel cucito come questo, ti puoi iscrivere alla newsletter del blog. sì la newsletter !!!!

*credit
Come regolare la tensione nella macchina da cucire [fototutorial]
in: // //

Come regolare la tensione nella macchina da cucire [fototutorial]


Hai presente come si gioca al tiro alla fune? Ci sono due squadre che tirano una fune da parti opposte, col risultato che se una squadra tira più forte dell’altra allora la fune si sbilancia solo da un lato. Questo è esattamente quello che NON deve succedere col filo della nostra macchina da cucire.


La tensione perfetta si raggiunge quando le due squadre tirano in modo equo e il risultato è l’equilibrio. Allo stesso modo, il nostro filo è teso in maniera uguale sia da sopra che da sotto, col risultato che i punti della cucitura sono simili tra loro sia dal dritto che dal rovescio del tessuto formando una cucitura piatta e uniforme.



Come si presenta una cucitura con tensione corretta


La cucitura col punto dritto si presenta con i punti di uguale lunghezza su entrambi i lati della stoffa, col nodino che aggancia i fili esattamente al centro risultando piatta al tatto e non in rilievo.

Infila la macchina con due spolette di colore diverso per il filo superiore e inferiore. Nel mio caso il rosso è superiore mentre l’azzurro è inferiore.

Una premessa: tutte le macchine da cucire manuali , come la mia Singer 1409, hanno due regolazioni di tensione, superiore e inferiore. In questo post tratto il filo superiore.





Usa sempre un campione di tessuto per fare le prove.


Prima di metter mano alla tensione verifica che:


- la macchina sia infilata correttamente
- la bobina sia infilata correttamente, se usi quella in metallo stai attenta che non cada a terra: in questo caso buttala via perché cambia la circolazione del filo
- la macchina sia pulita (a questo proposito, guarda qui il tutorial per pulire la macchina)
- ago, filo e tessuto: stai usando l’ago e il filo giusti per il tessuto che hai scelto? Questo vuol dire che potresti cambiare la tensione di volta in volta. Inoltre, non usare mai filo vecchio e datato perché si spezza facilmente e non capiresti se il problema è la tensione
- la macchina è ben oleata






1° test di prova

Prendi un quadrato di tessuto e mettilo sotto l’ago di sbieco, cioè nella direzione in cui si allunga con le mani.


Fai una cucitura da angolo ad angolo con punto dritto.


Riprendi il tessuto tra le mani e tira forte: controlla se il filo si spezza. In caso affermativo, vuol dire che è troppo stretto, aggiusta la manopola della tensione selezionando un numero minore.



qui si vedono i due fili ben agganciati















2° test empirico



Dopo aver infilato la macchina, posiziona la manopola della tensione sul livello medio. Per esempio, la mia macchina va da 1 a 9, io la metto a 5. 




Prendi entrambi i fili tra le dita e tira delicatamente.

Se la tensione è equilibrata, i fili scorrono insieme senza intoppi, altrimenti ne senti tirare uno più dell’altro. In questo caso regola il selettore.




La cucitura con tensione corretta si presenta uguale sia sopra che sotto, con i punti regolari e a equa distanza.


Fai un po' di pratica e vedrai che sarà tutto più facile. 

Segui anche i miei corsi di cucito online.






Carmen Pelaia, sarta tutor

10 strumenti " back to school " per la tua stanza del cucito
in:

10 strumenti " back to school " per la tua stanza del cucito

donna che cuce spilli

Da quando ero bambina amavo la cartoleria: il momento più bello era la scelta dei quaderni (pochi a quei tempi), le matitone colorate e la colla liquida col pennellino (non ricordo se c’era già la stick).



Nel corso degli anni ho continuato ad amare tutti quei piccoli oggetti di scuola e, ora che girano per casa perché con tre figli non bastano mai, a volte entrano anche nella mia stanza del cucito.

Se ti sei appena affacciata a questo mondo (del cucito intendo), potresti trovare utili questi suggerimenti che ti do, per usare gli strumenti di cartoleria per facilitare alcuni compiti di…cucito. Ma se sei esperta, forse trovi qualche idea nuova.


I gommini adesivi : sono riposizionabili, cioè si staccano e si riattaccano, li puoi usare fermare dei tessuti sottili sul piano di lavoro o bloccare gli angoli di un cartamodello quando lo appoggi sulla stoffa.

 


Evidenziatori: quando stampi un cartamodello da abito dal computer è in bianco e nero, con l’evidenziatore puoi marcare le tacche che corrispondono alla taglia che ti serve, un colore diverso per ogni taglia, così non vai in confusione.

 


Le graffette: sono utili per piccoli decori come i pompon, ma io le uso per tenere unite tra loro delle stoffe molto sottili che non devo bucare con gli spilli perché resterebbero a vista.


Il desk planner da scrivania: quello che uso è 18 mesi, lungo e stretto per tenerlo vicino alla tastiera del computer, la data l'aggiungi tu, i miei figli lo usano per organizzare i loro compiti e impegni, io mi segno la programmazione di progetti di cucito con materiale annesso per ordini mirati


Il dispenser per scotch: scegli un dispenser ad una mano che si può riempire di sabbia all’interno, ti sarà utile per unire tra loro le varie parti di un cartamodello seguendo le tacche, e visto che sicuramente sei da sola a farlo ti servirà una mano soltanto.

 


L’astuccio trasparente: comodo per raccogliere il necessario per un piccolo kit di cucito o un kit da viaggio, è abbastanza lungo per contenere anche le forbici. Il portapenne da tavolo: puoi usarlo per metterci gli strumenti di cucito che devono stare sempre a portata di mano, come forbici, spilli, metro, riga, penne. In alternativa alla scatola del cucito.
Il cestino porta tutto: così come ci metti tutte quelle piccole cose di scuola che non hanno mai un posto ben definito, allo stesso modo vale per i piccoli oggetti di cucito che sfuggono sul piano di lavoro: ditale, kit di aghi, spirali di spilli, mollettine.

 

Mobile da parete: hai presente i mobiletti leggeri da parete per posare quaderni, astucci, libriccini? Usali come organizer per il cucito, aiutati con barattoli in plastica, cestelli delle mollette, gancetti, e decorali come il resto dell’arredo.


Forbici: il pezzo forte della scuola e del cucito, puoi prenderne quante ne vuoi, di tutti i colori ma attenzione, ricorda di usare sempre la stessa ad un’unica funzione (cioè, usa la rossa per la carta, la verde per la stoffa, e così via).

Spero di averti dato qualche idea interessante, se ne hai altre puoi dirle in pagina


Iscriviti alla newsletter del blog compilando il form che si apre QUI




Idee e tutorial MARE [raccolta]
in: // //

Idee e tutorial MARE [raccolta]



Una bella raccolta di idee con tutorial per cucire dei manufatti utili in modo veloce, per il mare ma anche per le gite fuori porta quando si resta in città. Se non sai cucire puoi prima guardare i miei corsi di cucito online.

Prima di iniziare a cucire, pulisci la tua postazione e il ripiano da vecchi ritagli e fili penzolanti, dai una passata con uno strofinaccio umido per togliere la polvere, poi assicurati che la tua macchina sia pulita, altrimenti segui questi passaggi qui.

1 - ricicla la tovaglia e cuci la borsa


Questa bella borsa l'ha realizzata la mia amica Norma riciclando una bella tovaglia di plastica. Vantaggi: è impermeabile, non si sporca, si lava con un colpo di spugna! L'ideale se hai bambini e merende da portarti dietro.

Qui il TUTORIAL ---> BORSA IN PLASTICA




2 - Cuci un porta sandwich in due mosse


Questo veloce porta sandwich è richiudibile e occupa poco spazio, ideale per un pic nic in spiaggia. Bastano due quadrati di tessuto coordinato ed è pure double-face!

QUI il TUTORIAL ---> PORTA SANDWICH




3 - cuci la borsa con gli strofinacci


Succede che gli strofinacci della cucina siano un po' lisi se li abbiamo da un po' di tempo, ma dispiace buttarli, allora recuperali! Come ha fatto Norma: da strofinacci a borsa porta tutto.

QUI il TUTORIAL ----> BORSA TELA




4 - la tasca last minute


Ma se la borsa ce l'hai già? Puoi aggiungere una tasca veloce per avere più spazio (si sa, quello non basta mai). Ecco come ho fatto con la mia borsa da Mary Poppins.


QUI il TUTORIAL ---> TASCA LAST MINUTE




5 - la bustina per le cuffie


Mia figlia ha sempre le cuffiette con sè, non le lascia mai, allora le ho cucito una bustina per tenerle in ordine e pulite. Ma può diventare una bustina mille usi all'occorrenza.

QUI il TUTORIAL ---> BUSTINA

Ti è piaciuta la raccolta di idee e tutorial per il mare?
E tu cosa devi assolutamente portare con te?

Iscriviti alla newsletter dal form che si apre QUI

 



Cuciamo un sacchetto sfoderato con coulisse [tutorial]
in: //

Cuciamo un sacchetto sfoderato con coulisse [tutorial]

sacchetto sfoderato con coulisse


Se c'è una cosa che mi serve tantissimo durante l'anno è il sacchetto con la coulisse.

Per le scarpe da ginnastica dei ragazzi (uno ciascuno ovviamente), per il ricambio in palestra, borraccia e asciugamano quando si va in bici, cianfrusaglie varie che restano senza posto quando si fa la valigia.

Con un ritaglio di stoffa e 15 minuti di tempo ne puoi cucire uno da sola, nei colori e nelle misure che vuoi. Durante i videocorsi di cucito arrivano molte richieste per questo progetto.


sacchetto con coulisse

Cosa serve per fare il sacchetto

- macchina da cucire
- ferro da stiro
- tessuto 60 x 30 cm
- spilli
- fettuccia alta 3 cm e lunga 40/50 cm
- forbici
- una spilla da balia
material cucito per sacchetto

Come cucire il sacchetto con coulisse

Per prima cosa, prendi la stoffa e piegala a metà dal rovescio sul lato più lungo in questo modo, facendo combaciare gli angoli:
piega la stoffa

Poi spilla tre lati e cuci a macchina con un punto diritto di media lunghezza facendo bene gli angolini a mezzo centimetro dal bordo, il piedino ti farà da guida:

cuci i bordi

Come vedi in foto, c'è un lato superiore aperto, a fianco lascia un'apertura di 5 cm:

tre lati cuciti, lascia apertura

Ora con le forbici taglia mezzo centimetro del bordo come nella prima foto che segue e poi cuci

fai l'orlo: piega una prima volta di mezzo centimetro, stira, piega una seconda volta fino al taglietto di prima, stira e cuci a macchina con un punto diritto

ricordati di fermare le cuciture alla fine con un punto indietro usando il tasto apposta della tua macchina:
fai un taglio laterale

Mi raccomando, l'orlo va cucito sulla seconda piega, deve restare quindi lo spazio per far passare la fettuccia:

cuci l'orlo della coulisse

Mentre lavori, tagliuzza i fili che rimangono dalle cuciture, risvolta il sacchetto dal diritto:

risvolta

Ora infila la spilla ad un'estremità della fettuccia e falla passare nella coulisse:

passa la spilla

Vai avanti, vai avanti con la spilla fino a spuntare dall'altra parte.....

sacchetto fatto

P.S.: se la cucitura interna non ti piace a vista, puoi fare la cucitura inglese che ti ho spiegato nel tutorial precedente QUI

Ecco già una sacca pronta , ora ne farò altre per i ragazzi più grandi.
sacchetto appeso


Servono anche a te i sacchetti di stoffa?

ora iscriviti alla newsletter di cucito cliccando sul link e compilando il form NEWSLETTER

 

Carmen Pelaia, sarta tutor