lunedì

Come fare i bottoni con la colla a caldo
in: //

lunedì

Come fare i bottoni con la colla a caldo




Amo il cucito, ma la mia seconda passione è la colla a caldo.
Duttile e facile da usare, si presta a creare piccoli oggetti, come questi bottoni che ho realizzato per un vestitino della mia bambina.

Il tutorial che segue vi fa vedere quanto è semplice usando gli stampi dei cioccolatini a forma di bottoni.

Cosa serve per fare i bottoni:


stampi per cioccolatini a forma di bottoni (per intenderci, con due o quattro fori in ogni forma)

pistola della colla a caldo

stick di colla bianca o glitterata






ATTENZIONE: LA PISTOLA A CALDO VA USATA SOLO DAGLI ADULTI E CON CAUTELA E I BOTTONI NON DEVONO ESSERE USATI PER ACCESSORI DESTINATI A BIMBI PICCOLI

Come fare i bottoni:

prima di tutto porto la pistola a temperatura, la mia ha la variante di 60 gradi e 100 gradi, per questo lavoro posizionarla a 100°

inserisco una quantità di colla tale da riempire prima i bordi molto bene, poi sbatto lo stampo sul tavolo con le mani per far andare la colla intorno ai fori del bottone


lascio raffreddare per 5-6 minuti


estraggo i bottoni dallo stampo




Come usare i bottoni di colla a caldo:

- posso usarli nello scrapbooking, come decorazione di oggetti vari

ma soprattutto posso usarli come VERI BOTTONI

- sono resistenti all’uso ed anche al lavaggio a freddo fino a 30°, A MANO E IN LAVATRICE

- si cuciono molto facilmente e non si rompono alla pressione delle dita

- qui li ho cuciti sul vestitino della mia bambina

Accorgimenti:

- la pistola deve essere portata alla temperatura giusta prima di usarla

- è importante mettere la colla prima nei bordi altrimenti si coprono i fori

- la colla glitterata è più densa e quindi è meglio usarla per i bottoni a contorno liscio (quelli solo quadrati o tondi, per intenderci)

- la colla bianca è più fluida quindi è meglio usarla per bottoni con molte curve e scanalature (vedi i fiori, i rilievi, ecc.)

- se non avete molta manualità potete usare uno stuzzicadenti per spingere la colla vicino ai fori, ma non andate in profondità altrimenti dal dritto si vedranno le striature

- si possono aggiungere piccoli glitter prima di riempire


Cosa ne pensate? Vi piace l’idea? Ditemi se avete altre idee su come impiegare i bottoni, ora vado a cucire.

 


Carmen Pelaia, la tua tutor creativa

domenica

Cucito ricicloso: trasforma la maglietta in zainetto
in: //

domenica

Cucito ricicloso: trasforma la maglietta in zainetto

 

In casa è iniziato il cambio degli armadi, tardi quest'anno per il caldo inoltrato. Mi rendo conto che più passa il tempo e più diventa difficile stabilire cosa tenere e cosa no, ma di questa maglietta ormai credo sia arrivato il tempo del riciclo, tanto più che mia figlia adora le principesse e non vuole proprio disfarsene.


Con ago e forbici ho trasformato la maglietta in uno zainetto, utile per mettere le scarpe di scuola o anche oggetti da mettere nell'armadio fino alla nuova stagione.

Il tutorial è talmente facile che anche chi si è avvicinato da pochissimo tempo al mondo del cucito può farcela.


Il tessuto della maglietta era in cotone elasticizzato che, tagliato nel verso verticale, non cede tantissimo e quindi, una volta trasformata in zainetto, può essere riempito anche di cose pesanti. 

Se hai bambini piccoli è utile per il cambio dell'asilo, come porta asciugamano e altro.


Se non hai magliette da riciclare nulla ti vieta di usare due rettangoli di tessuto che hai già in casa (sì, proprio in mezzo alla montagna di stoffe che hai su quel tavolino!).

Cosa serve per il progetto

Macchina da cucire

Forbici affilate

Filato in poliestere in tinta o contrasto

Spilli o mollette fermacarte

Due spille da balia piccole

Cordoncino fucsia di circa 2 metri


Come cucire lo zainetto riciclando la maglietta

Per prima cosa stirala bene in modo che le fibre si stendano e non creino delle ieghe, altrimenti potresti tagliare storto.

Ritaglia i lati fin sotto le maniche e poi in laterale, sia davanti che dietro, per procurarti i due rettangoli.

Ritaglia anche i polsini per recuperarli come passanti dello zainetto, se la maglia non ce li ha puoi recuperare una striscia del girocollo.

Fai combaciare i due ritagli dritto con dritto, piega il passante in due e inseriscilo vicino all'angolo tipo sandwich (cioè in mezzo alle due stoffe), fai la stessa dall'altra parte.


Cuci a macchina i lati e il fondo, con un punto dritto, di media lunghezza.


Risvolta sul dritto, i passanti usciranno fuori.




Ora devi creare la coulisse: piega il bordo superiore due volte di circa 2 centimetri in totale. Aiutati col ferro da stiro, spilli e mollette. Cuci a macchina con punto dritto.

- Importante: lascia una piccola apertura in coincidenza con i lati -


prendi il cordoncino piegato doppio.


Fissa le spille da balia alle due estremità, falle passare da ogni passante e all'interno di mezza coulisse, poi chiudile con un nodo e taglia l'eccesso.



Hai appena cucito uno zainetto tutto da sola, e in più hai anche riciclato! Per abbellire uno zainetto fatto con maglie monocolore puoi cucire delle appliquè colorate e divertenti.


Non sai cucire ma vorresti imparare? Qui c'è il mio corso online ABC Ama il Buon Cucito







sabato

Cuciamo un sacchetto sfoderato con coulisse [tutorial]
in: //

sabato

Cuciamo un sacchetto sfoderato con coulisse [tutorial]

sacchetto sfoderato con coulisse


Se c'è una cosa che mi serve tantissimo durante l'anno è il sacchetto con la coulisse.

Per le scarpe da ginnastica dei ragazzi (uno ciascuno ovviamente), per il ricambio in palestra, borraccia e asciugamano quando si va in bici, cianfrusaglie varie che restano senza posto quando si fa la valigia.

Con un ritaglio di stoffa e 15 minuti di tempo ne puoi cucire uno da sola, nei colori e nelle misure che vuoi.
sacchetto con coulisse

Cosa serve per fare il sacchetto

- macchina da cucire
- ferro da stiro
- tessuto 60 x 30 cm
- spilli
- fettuccia alta 3 cm e lunga 40/50 cm
- forbici
- una spilla da balia
material cucito per sacchetto

Come cucire il sacchetto con coulisse

Per prima cosa, prendi la stoffa e piegala a metà dal rovescio sul lato più lungo in questo modo, facendo combaciare gli angoli:
piega la stoffa

Poi spilla tre lati e cuci a macchina con un punto diritto di media lunghezza facendo bene gli angolini a mezzo centimetro dal bordo, il piedino ti farà da guida:

cuci i bordi

Come vedi in foto, c'è un lato superiore aperto, a fianco lascia un'apertura di 5 cm:

tre lati cuciti, lascia apertura

Ora con le forbici taglia mezzo centimetro del bordo come nella prima foto che segue e poi cuci

fai l'orlo: piega una prima volta di mezzo centimetro, stira, piega una seconda volta fino al taglietto di prima, stira e cuci a macchina con un punto diritto

ricordati di fermare le cuciture alla fine con un punto indietro usando il tasto apposta della tua macchina:
fai un taglio laterale

Mi raccomando, l'orlo va cucito sulla seconda piega, deve restare quindi lo spazio per far passare la fettuccia:

cuci l'orlo della coulisse

Mentre lavori, tagliuzza i fili che rimangono dalle cuciture, risvolta il sacchetto dal diritto:

risvolta

Ora infila la spilla ad un'estremità della fettuccia e falla passare nella coulisse:

passa la spilla

Vai avanti, vai avanti con la spilla fino a spuntare dall'altra parte.....

sacchetto fatto

P.S.: se la cucitura interna non ti piace a vista, puoi fare la cucitura inglese che ti ho spiegato nel tutorial precedente QUI

Ecco già una sacca pronta , ora ne farò altre per i ragazzi più grandi.
sacchetto appeso


Servono anche a te i sacchetti di stoffa?

ora iscriviti alla newsletter di cucito cliccando sul link e compilando il form NEWSLETTER

 

Carmen Pelaia, sarta tutor

mercoledì

Come organizzare le tue stoffe (e avere più tempo per cucire)
in: //

mercoledì

Come organizzare le tue stoffe (e avere più tempo per cucire)


Se ti piace cucire, probabilmente hai una scorta di tonnellate di ritagli di tessuto. Mantenerli organizzati può essere una grande sfida per la maggior parte di noi amanti del cucito.

Lo so perché per un periodo della mia vita mi sono ritrovata sopraffatta da così tanta abbondanza.

La disorganizzazione dei tessuti può farti acquistare un tessuto inutilmente perché non hai idea di cosa si nasconda nella tua scorta.

Quando poi ti ricordi di avere un pezzo che ti serve, finisci per perdere un sacco di tempo per trovarlo.

Ti lascio solo immaginare quanti quadrati si sono infilati dietro il mio mobile della macchina da cucire e dimenticati per un bel po’.

In un momento di passione sfrenata per il quilt ho acquistato quantità industriali di stoffa pretagliata e, prima che me ne accorgessi, i ripiani della stanza del cucito erano stracolmi.

In un mondo perfetto le stoffe sarebbero in ordine sugli scaffali e divise per colore e disegno.

La buona notizia è che c’è una soluzione per avvicinarsi allo stesso ordine che regna in un negozio ben organizzato: la tecnica dell'archivista.

E’ tanto semplice quanto veloce, e te la fa vedere Melanie Ham nel suo video.


Non importa se è in inglese e se lei parla un sacco, ci insegna a ripiegare una striscia di tessuto su un rettangolo di cartoncino di medio spessore e metterlo su un ripiano, in verticale. E continua così.

Melanie acquista questi cartoncini in due misure differenti, ma sono semplici da fare ritagliandoli da scatoloni o scatole di scarpe.

Se sei una persona creativa puoi prima rivestirli con della plastichina colorata come quella per foderare i quaderni di scuola.

Se non hai spazio in casa, guarda il mio pictorial per fare un pannello da parete, io ci ho messo gli strumenti da lavoro ma tu puoi aggiungere dei ripiani per i tuoi rettangoli di stoffa.

O se hai un attimo di tempo, iscriviti alla newsletter del cucito compilando il modulo da qui