22 lug 2017

La borsa di rete all'uncinetto [2^ parte]

borsa rete uncinetto tutorial


La borsa a rete all'uncinetto è semplicissima da realizzare, ricorda che variando il numero di uncinetto e il filato, puoi ottenere misure diverse perché sia più grande o più piccola.


Per imparare il punto rete vai al tutorial della prima parte.


Come fare il bordo superiore

1 - Qui devi usare il punto a maglia bassa, ad ogni fine giro aggiungi una catenella volante.

2 - Fai tanti giri in base al bordo che vuoi realizzare, il mio è di 8 ma a metà procedi così:esattamente a metà di una facciata fai 7 cat volanti

3 - salta 7 maglie ed entra nell'ottava con una maglia bassa, prosegui a maglia bassa fino al lato opposto e ripeti una seconda asola

4 - fai un giro a maglia bassa entrando in ogni maglia del giro precedente, anche sulle asole

5 - fai i giri restanti e chiudi con una maglia bassissima

6 - Il fondo della borsa va chiuso con ago da lana e lo stesso filato usato per la rete, in più fai un giro a maglia bassa per rafforzarlo.

7/8 - fai passare dalle asole un foulard o una cintura, i manici sono pronti.

borsa rete uncinetto tutorial

allora, ti piace, adesso ci puoi mettere quello che vuoi.

L'idea in più: varia i colori in modo da fare metà turchese e metà rosa fucsia, oppure nei toni che preferisci.



sì voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format

Carmen Pelaia la tua tutor creativa

La borsa di rete all'uncinetto [1^ parte]

borsa rete uncinetto

Questo tutorial ti serve per realizzare una borsa a rete con l’uncinetto: facile, da variare come vuoi nei colori e nelle misure, diventa un must per metterci dentro i tuoi gomitoli. In questa prima parte ti faccio vedere come fare il punto rete.


Occorrente: ti serve del filato da lavorare con uncinetto 3.0 ma puoi usare quello che preferisci in base alla grandezza che vuoi raggiungere

80 gr di filato di cotone ritorto turchese

Un foulard o un nastro colorato per i manici

Ago da lana

Punti utilizzati: catenella, maglia bassa, maglia alta

e procurati una bidonata di caffè


1 - Inizia con catenelle che siano multipli di 2, io ho fatto una catenella di 120 maglie.

2 - Unisci la catenella ad anello con una maglia bassissima.

3 - Ad ogni fine giro, aggiungi 5 catenelle volanti (3 sostituiscono una maglia alta e 2 formano il primo archetto) ed entra nella 3^ maglia della base.

4 - chiudi con una maglia bassissima

5 - prosegui con 7 catenelle volanti

6/7 - fai tutti i giri che vuoi per raggiungere l’altezza desiderata, io ne ho fatti 21.

8 - l'ultimo giro è tutto a magli bassa, una sulla maglia alta precedente e due in ogni archetto.


hai appena fatto il punto a rete all'uncinetto, facile vero?


per proseguire con la borsa, vai alla seconda parte del tutorial




sì voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format


Carmen Pelaia la tua tutor creativa

17 lug 2017

Il bucato: 5 errori che io faccio da non copiare



Se c’è una cosa che mi piace dei lavori di casa è la lavatrice, perché fa tutto da sola. Ma dopo secoli di bucato faccio ancora gli stessi errori. Vi dico quali.

Errori che faccio nel bucato e da non copiare


Le tasche inesplorate


Con un marito e tre figli mi ritrovo spesso un mucchio di pantaloni e pantaloncini nella cesta del bucato, pantaloni = tasche. Cosa c’è nelle tasche? Il fatidico fazzoletto di carta è a dir poco, perché ora trovo anche cuffiette mp4, i centesimi, carte di caramelle. Con seri danni alla lavatrice.

Caricare il cestello all’inverosimile


Da quando ho comprato la lavatrice da 8 chili la carico fino all’impossibile, col risultato che il bucato è da risciacquare quando ha terminato il lavaggio. Per non parlare di come resta tutto stropicciato, una fatica da stirare poi. Mia mamma mi dice sempre di caricare la lavatrice, mettere all’interno la mano a pugno e, se introno c’è spazio, allora è caricata bene.

Tagliare le etichette


Sì confesso ho la mania di tagliare le etichette dai vestiti, soprattutto dalle magliette perché davvero fastidiose. E all’occorrenza non so più il lavaggio giusto da usare. Pessima abitudine da non copiare.

Non dosare bene il sapone


Ne metto sempre un po’ di più perché mi dico che così pulisce meglio, niente di più sbagliato, bisogna leggere le indicazioni riportate sulle confezioni. Col tempo, però, ho scoperto che non tutte le marche vanno bene per la propria lavatrice: provando e riprovando si trova il detersivo che rende meglio.

Non chiudere le cerniere


Quando lavo copricuscini, pantaloni, borse e astucci non chiudo mai la cerniera, so che bisogna farlo perché altrimenti i dentini si allargano ma giuro che non me lo ricordo mai!

Come rimediare a questi errori?

Io adesso provo a scriverli in una tabella che attacco sopra la lavatrice, chissà che non riesca a migliorare. La metto qui da copiare e stampare.





 voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format


Carmen Pelaia, la tua tutor creativa


15 lug 2017

10 motivi per cui l’handmade è ancora importante


Queste parole sono le vostre: in una newsletter avevo chiesto ‘perché il fatto a mano è importante?’ e voi avete risposto in tantissime, qui ho riassunto i 10 pensieri più condivisi.



1 – è regalare il nostro tempo


Una delle cose più importanti che abbiamo è il tempo, e spenderlo per creare qualcosa con le nostre mani per poi donarlo a qualcuno è un grande regalo (Erika)


2 – è una gratifica


Dal punto di vista emotivo è gratificante vedere che dal niente qualcosa prende forma, la soddisfazione per questo è indicibile (Gabriella)


3 – è un incentivo all’autostima



Prendere del tempo e degli spazi per noi stesse aiuta ad infondere in noi il rispetto e aumentare la propria stima (Elisa)


4 – il piacere della condivisione


Niente come l’handmade porta a stare insieme ad altre appassionate: uncinettare o cucire mentre si scambiano opinioni, idee, consigli è davvero piacevole (Marina)


5 – distoglie dalla quotidianità


Creare qualcosa da sole porta a rompere la routine della quotidianità, che non vuol dire noia ma fare qualcosa oltre ciò che è ‘dovuto’ (Rita)




6 – ritrovare il proprio spazio


A volte può essere necessario restare un po’ da sole per rimettere a posto le idee e fare il pieno di energia per gli impegni successivi, un buon modo è farlo mentre si uncinetta (Tona)


7 – è stimolante per la mente


Meglio della settimana enigmistica: ricordare uno schema, la successione dei punti, la tecnica, aiuta la mente a restare attiva e funzionale (Enrica)


8 – il sorriso degli altri



Vuoi mettere il sorriso stampato sulle labbra di chi riceve un nostro manufatto? E dicono pure grazie (Ilaria)


9 – creatività chiama creatività



L’handmade porta a rilassarsi e pensare in modo creativo, stimola la fantasia, per creare oggetti unici e originali (Monia)


10 – può essere fonte di guadagno


Trasformare in un lavoro il proprio hobby tanto amato è davvero una gran soddisfazione al giorno d’oggi, in un mondo globalizzato e uniformato (Concy)


Trovo che siano tutti motivi validi e costruttivi, perchè l'handmade rende bella la vita, un giorno alla volta.

voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format

Carmen Pelaia la tua tutor creativa



10 lug 2017

Come pulire i barattoli da riusare



La mia cantina è piena di barattoli e vasetti per riempirli di marmellata, sugo e ragù (sì sì mio marito fa cose fantastiche in cucina). Invece a me servono come contenitori per la sew room, vasi pensili per le piante, lanterne improvvisate, beh ad ognuno il suo.

Fatto sta che noi due abbiamo il solito battibecco su come pulirli prima dell’uso, perché a lui servono anche igienizzati. Quindi butto giù qualche suggerimento, sia mai che possa servire anche a voi.

Quale tipo di barattoli si possono riusare?


- vasetti delle marmellate
- barattoli di latta
- flaconi di plastica
- brick in tetrapack

Come pulire i barattoli


Se sono da buttare vanno solo risciacquati perché lo richiede la raccolta differenziata. Ma visto che il nostro caso è riutilizzarli allora faccio così:

- tolgo l’etichetta mettendo il barattolo a bagno in acqua calda, sebbene ci sono delle colle resistenti e ho sentito che si possono usare due gocce di olio essenziale d’arancio per rimuoverle

- non uso più l’aceto perché in un corso da alimentarista che feci più o meno durante le Guerre Puniche, mi avevano insegnato che non serve per disinfettare

- l’amuchina è un ottimo igienizzante, poi adesso c’è anche con una bella profumazione

- vale anche la lavastoviglie, ma io non ce l’ho quindi passo

- i barattoli che uso io per il riciclo creativo li lavo con acqua e sapone in tutte le curvette e lascio asciugare molto bene


Come sanificare i vasetti di vetro


- prendi una pentola larga e alta
- foderala con un canovaccio di stoffa
- metti dentro i vasetti aperti e altri canovacci in mezzo a loro
- riempi con acqua
- porta ad ebollizione
- aggiungi i coperchi
- spegni e lascia raffreddare
- falli asciugare molto bene a testa in giù o, meglio, in forno tiepido


et voilà, fatto! e voi come fate?


Carmen Pelaia, la tua tutor creativa

voglio iscrivermi a YES è MARTEDI' la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format






03 lug 2017

Come cucire....tutorial di cucito


Piccola raccolta di tutorial di cucito per avere sotto mano alcuni suggerimenti pratici, che tu sia principiante o esperta.


Cosa serve

macchina da cucire
ago e filo per punti a mano
spilli
penna cancellabile
il tutorial scelto

Come cucire due stoffe insieme



ovvero, la cucitura che noi chiamiamo inglese ma gli inglesi chiamano francese (french sew)
serve per unire due stoffe tra loro in modo che la cucitura resti invisibile, puoi usarla per quei progetti in cui non si deve vedere l'unione come l'interno di borse

 vai QUI per il Tutorial----> come unire due stoffe


Come fare il punto filza



il punto filza ha un sacco di destinazioni d'uso: puoi creare un'arricciatura veloce, imbastire un lavoro, fare una resistente cucitura nei punti difficili da raggiungere con la macchina

vai qui per il tutorial ----> come fare il punto filza a mano


Come cucire l'angolo al tovagliolo



uno di tutorial più amati qui sul blog, facile veloce da realizzare con il metodo delle linee parallele


vai qui per il tutorial ----> come fare l'angolo al tovagliolo


come cucire col filo elastico



è più facile di quanto può sembrare: ricorda solo che il filo elastico va nel crochet perchè è il filo inferiore


vai qui per il tutorial ----> come cucire col filo elastico

---------------------------------------------------------------------------------------------------------


spero che questi tutorial ti siano utili se sei appena entrata nel mondo del cucito, oppure se sei già esperta avrai fatto un piccolo refresh di nozioni

questi tips fanno parte del corso di cucito online, qui trovi le indicazioni CORSO DI CUCITO

voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter del cucito che arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format

Carmen Pelaia, la tua tutor creativa

26 giu 2017

Come fare la fettuccia da magliette

Come fare la fettuccia da magliette



Questo metodo di taglio serve per ricavare la fettuccia da magliette non più usate. La fettuccia ha così il vantaggio di non avere nodi e di essere low cost.
Puoi cimentarti in progetti all’uncinetto in taglia XXL per fare tappetini da cameretta o cestini. Libera tutta la tua fantasia.

Cosa serve per la fettuccia:


maglietta, tipo T-shirt

forbici



Come tagliare la maglietta:

sistema la maglietta sul piano di lavoro

taglia il busto, senza maniche e senza l’orlo inferiore


fai con le forbici tanti tagli paralleli partendo a 3 cm da uno dei  bordi ripiegati



riapri sul piano di lavoro e fai dei tagli obliqui come ti mostro in foto con le linee tratteggiate


la fettuccia è pronta e in questo modo non si crea nemmeno un nodo!



Fai attenzione a non ingarbugliare la fettuccia, ora la puoi raggomitolare su se stessa


Cosa fare con la fettuccia:


considerando che i tagli non sono perfetti, il progetto potrebbe venire un po' smosso, quindi non farei le borse che devono essere ben fatte.

Puoi uncinettare dei sottopentola - ceste da bagno- tappeti - copriletti - arazzi da appendere per decorare una parete spoglia

Ti è piaciuto questo suggerimento? fammelo sapere nei commenti, qui o in pagina

voglio iscrivermi a YES è MARTEDI'

la newsletter che parla di cucito e arriva ogni martedì

* indicates required






Email Format

Carmen Pelaia, la tua tutor creativa