5 motivi per cucire in primavera

stoffe disegnate forbici

 

E' il momento di togliere gli strati di maglioni pesanti dell’inverno e mettere abiti comodi che terranno fresco in primavera e estate.

Questa è una buona stagione per affinare le nostre abilità di cucito e anche provare nuove tecniche. Il Casual primaverile da la grande opportunità di lavorare a quelle pieghe fatte in casa e creare abiti che sono ben fatti a mano, un solo indumento alla volta.

Dedicato a chi sa cucire in maniera abile.

5 motivi per fare semplici progetti di cucito

1. Prendi un abito dismesso e apporta delle modifiche. Ma i modelli semplicemente progettati sono più facili da modificare che un disegno più complicato. E la buona notizia è che, una volta che si ottiene la giusta forma , per esempio di un pantalone, puoi ricavare il cartamodello per altri pantaloni in tessuti di diverso peso per le altre stagioni.

2. Punta sul colore e il disegno del tessuto. Se usi una stoffa bella da vedere e che esalta i tuoi punti forti, hai solo bisogno di creare un capo molto semplice, come una canotta.

3. Hai l’opportunità di fare pratica. Sarai in grado di praticare con facilità le tue abilità modificando ad esempio una scollatura. In realtà, si può fare lo stesso design più e più volte, cambiando la scollatura di volta in volta.

4. Puoi ottenere il massimo dal tuo tempo per cucire. Tutti noi abbiamo un tempo limitato per cucire. I disegni semplici come T-shirt, tuniche, pantaloni a vita elastica o gonne che cuciamo più e più volte, sono capi di abbigliamento che si realizzano in un breve periodo di tempo. Quindi così come quando trovi una paio di scarpe comodissime e bellissime (sì, esistono) e ne compri 3 paia, allo stesso modo puoi creare e cucire lo stesso capo in varianti diverse, aggiungendo una ruche al collo, un fiocco in vita.

5. Nell’armadio c’è un capo a cui sei affezionata? Se sei abile nel cucito, puoi realizzarne uno identico per la stagione calda in tessuto più leggero.

La sera non vedo l’ora di tornare a casa e togliermi tutta la cipolla che ho addosso per indossare capi comodi e ‘easy’. Il decluttering si fa anche così, partendo da noi stessi.

E ora iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornata sul mondo del cucito ----> ISCRIVITI




Come cucire gli angoli (10 tutorial)

cucire angoli tovagliolo

Quando la mia amica Barbara viene da me, una delle richieste ricorrenti che mi fa è come cucire gli angoli, soprattutto nei progetti di casa, come cuscini, tovaglie o copertine. Poi, ora che aspetta un bimbo, sembra che la sua pazienza sia diminuita in modo proporzionale al tempo.

Per cucire gli angoli alle copertine del corredino bisogna solo fare attenzione se le fai imbottite, in questo caso è meglio ritagliare l'imbottitura qualche centimetro più corta della stoffa che poi la ricopre per poter piegare e cucire gli angoli perfettamente.

Qui ho raccolto 10 tutorial, cliccando sul via in basso ad ogni foto vai all'originale, anche se alcuni sono in inglese sono facili da capire perchè le foto sono esaurienti, essendo anche un passo tecnico per quasi esperte sono sicura che non avrai problemi.

Nel primo tutorial ti faccio vedere come cucire un angolo a tovaglie e tovaglioli, ricorda di fare sempre un orlino alla stoffa prima di procedere con l'angolo. Tieni il ferro da stiro a portata di mano.



angolo tovaglia
via

Hai presente i lenzuoli di sotto che sfuggono mentre dormi e al mattino ti trovi scoperta? Ecco un modo per fare degli angoli, qui nel tutorial c'è il procedimento solo per un angolo, poi appoggia il lenzuolo sul letto, marca con un pennarello gli altri 3 vertici e prosegui allo stesso modo.


angolo lenzuolo
via

Questo tutorial ti fa vedere come ricavare un angolo senza usare penna e righello ma solo con le pieghe, davvero velocissimo.


angolo tessuto
via

Il prossimo tutorial spiega come piegare la stoffa in eccedenza all'angolo prima di cucire, saltando il passaggio del taglio. E' molto utile se vuoi applicare un bordino e abbellire il tuo lavoro.


angolo tutorial 
via

Un altro momento in cui hai bisogno di cucire un angolo perfetto è quando confezioni i cuscini (io li adoro e li faccio di tutte le forme). Sia da appoggio sia squadrato da seduta.


angolo cuscino
via

Se sai cucire bene ti sarà capitato di dover fare una borsa, questo tutorial mostra come cucire degli angoli a soffietto per aumentare la base e lo spazio interno.


angolo borsa soffietto
via

Tempo fa avevo un letto con i piedi a vista, avevo seguito questo tutorial per cucire una gonnellina tutt'intorno e renderlo più piacevole, non è difficilissimo ma devi essere già pratica con la macchina.


sottogonna letto
via

Idem come sopra.


angolo sottogonna letto
via

Questo tutorial serve per cucire un coprisedia ad angolo per abbellire la tua cucina, scegli un bel tessuto canvas un po' pesante per renderlo ben tirato e divertiti a coordinare con il resto della casa.


angolo sedia
via

Sì, Barbara è incinta, e  pensa già a cucire le copertine per il bebè (e fa bene, perchè poi avrà poco tempo, sarà lui a comandare i primi mesi).


angolo coperta
via

Allora, spero ti sia piaciuta la carrellata di tutorial per cucire gli angoli. Ricorda che gli strumenti da usare possono essere:

- pennarello lavabile

- riga o omnigrid

- ferro da stiro

- spilli

- forbici 

- metro

Puoi iscriverti alla mia newsletter di cucito dal form che si apre QUI

torna alla home

Carmen Pelaia, sarta tutor

Decluttering nella stanza del cucito con Marie Kondo

stanza del cucito

In questo post voglio darti dei suggerimenti per capire cosa tenere e cosa buttare in base al grado di gioia che queste cose ti danno.

Ti dico come puoi organizzare la tua stanza del cucito seguendo le indicazioni di Marie Kondo, la regina dell'arte giapponese del riordino.

Passi troppo tempo a cercare le stoffe che ti servono per cucire perché sono ormai delle pile alte fino al soffitto?

Ti stai chiedendo come organizzare tessuti, pattern, schemi, appunti, ferro da stiro e spolette?

Tieni cose perché sperando che prima o poi ci sarà l’occasione per usarle?

Ero a casa di un’amica, l’altra sera a Torino, che cuce tutto il giorno perché anche lei ne ha fatto il suo mestiere, e si lamentava per il disordine che regna nello studio, tra l’altro è pure uno spazio condiviso.

Approfondisci: come sopravvivere ad uno spazio condiviso


Le ho suggerito di fare come la Kondo nel suo libro ‘Il magico potere del riordino’ ma applicandolo alla stanza del cucito. Ecco qualche consiglio.

Decluttering nella stanza del cucito con Marie Kondo

1 – Guardati intorno, prendi coscienza di quante cose possiedi e di quante effettivamente hai bisogno, poi dividi in tanti mucchietti, in questo modo ti rendi conto e diventi consapevole da dove deriva il disordine.

2 – Butta tutto ciò che non ti ispira gioia, nemmeno a lungo termine, e fallo in una volta sola perché se dividi in vari momenti allora cominci a distrarti e a rimandare. Prima di eliminare il superfluo ricordati di ringraziare del beneficio che ti hanno dato finora.

In questa fase elimina anche tutte le attrezzature vecchie e non recuperabili come i pennelli consumati, un kit di crafting che ti sembrava interessante ma poi l’hai abbandonato in un angolo, oppure un attrezzo che non è idoneo per le tue abilità e quindi ti mette frustrazione perché non hai il tempo di imparare ad usarlo.

3 – Ordina quello che resta seguendo una suddivisione per categorie: la categoria dei tessuti, dei ritagli, degli schemi, degli appunti (compresi i vari post-it attaccati al frigo), i filati, i piccoli attrezzi come spilli-forbicine-puntaspilli.

Non dividere per spazi, cioè pensando a cosa mettere sulla libreria, o come occupare il tavolo o i ripiani.


4 – Pensa a che tipo di spazio ti serve per cucire i tuoi progetti e di conseguenza preparalo. Traduco: cuci vestitini per il bimbo? Allora ti serve una grande tavolo libero per appoggiare le stoffe e ritagliare i pattern. Fai piccole riparazioni? Allora basta un angolo con una buona illuminazione sopra la spalla. E via così.


5 – Pensa ai contenitori ideali per le tue attrezzature in base allo spazio: se hai una bella porta appendi un organizer, se invece hai una parete libera puoi fare un pannello come questo della mia sewroom .

Per i pattern usa dei quadernoni ad anelli con buste di plastica trasparente (e ricorda di inserire anche la foto di ogni progetto finito ).

Approfondisci:

- come fare un pannello per la sewroom


- come fare un organizer appeso


6 – Tutti i primi 5 passi li dovresti fare in silenzio.

 

Quindi il metodo Konmari racchiude questi principi:

1 – visualizza la tua vita

2 – organizza il tempo

3 – riordina tutto in una volta

4 – dividi per categoria e non per luogo

5 – chiediti prima: ‘mi rende felice?’

6 – trova una ‘casa’ per ogni cosa

Voglio farti presente che il metodo Konmari si può applicare ad ogni stanza della casa, agli armadi, al garage, al magazzino, al ripostiglio. Ma ci vuole tempo, e pazienza. 

Il percorso che si intraprende è differente in ognuno di noi, perché coinvolge i sentimenti e i ricordi. Ma alla fine, ogni cosa andrà al suo posto.



Se ti sono piaciuti questi consigli e vuoi seguirmi anche con la newsletter di cucito, iscriviti da questo modulo

 

 

Carmen Pelaia, sarta-tutor